Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
23 Giugno 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Scuola di musica “Andreoli”, successo per il corso sulla Bohème del progetto “Gulliver”

MIRANDOLA - Sono ben 41 le adesioni al nuovo corso della Fondazione Scuola di Musica "Carlo e Guglielmo Andreoli" incentrato sulla Bohème di Giacomo Puccini, nell’ambito del progetto “Gulliver: itinerari musicali”. Il nuovo progetto della Scuola di musica "Andreoli" conduce gli adulti alla scoperta (o riscoperta) di capolavori della tradizione lirica italiana: in settimana si sono svolte le prime lezioni di Bohème, mentre c’è già grande attesa per la visione dello spettacolo, che si terrà alla Scala di Milano nel prossimo mese di marzo.
«La nostra Scuola – spiega il direttore della Fondazione “Andreoli”, Mirco Besutti – è attenta al cambiamento e intende crescere, nei prossimi anni, seguendo le dinamiche della società, offrendo progetti di qualità e rivolti a un pubblico sempre più ampio, che dalla musica può trarre esperienze e migliorare il proprio benessere».
Le lezioni de La Bohème sono tenute per la scuola di musica "Andreoli" da Silvia Biasini, coordinatrice del progetto “Gulliver”, che conduce i corsisti alla scoperta del compositore, dei personaggi dell’opera, della loro psicologia, dell’analisi della partitura e della retorica musicale. Il corso sarà anche impreziosito, prima della visione dell’opera, da una Masterclass del prof. Patrizio Bianchi. «Il confronto e il dialogo, che portano alla creazione del pensiero critico-musicale in ogni individuo – spiega la coordinatrice – sono gli ingredienti essenziali per ricreare un’atmosfera da “salotto culturale”, che è il punto fondante di questo progetto, in grado di promuovere educazione all’ascolto e socialità». INTERVISTA A SILVIA BIASINI Qual è il segreto della formula di “Gulliver”? Perché tante persone si appassionano ancora all’opera lirica?
«L’opera possiamo definirla come una forma musicale complessa, per noi nel 2023: la musica, la vocalità, la trama, il senso dell’onore, lo spirito fiabesco… tutto sembra appartenere al passato e quindi non è sempre così comprensibile fino in fondo. Si rischia di rimanere in superficie, credendo per esempio che Ernani sia solo un bandito o Rodolfo un pittore, ma la formula di “Gulliver” riserva più di un segreto: attraverso la musica, il libretto, la retorica, permette ai corsisti di entrare dentro l’opera quasi come fossero loro stessi i protagonisti. Sono fermamente convinta che nella nostra società, questo sia l’unico modo per apprezzare appieno il mondo dell’opera lirica e poter andare a teatro con lo stesso spirito con cui si va al cinema, senza aver bisogno di leggere il libretto».
La Bohème è stata rappresentata per la prima volta nel 1896 ed è ambientata nella Parigi di quasi due secoli fa. Cosa attrae lo spettatore di quest’opera pucciniana, oggi?
«Che gelida manina, se la lasci riscaldar… chi non conosce questi versi celebri di Bohème e chi non si sente avvolto dalla dolcezza di queste parole? La Bohème è la prima opera dove assistiamo a tutte le fasi del corteggiamento: l’incontro tra Mimì e Rodolfo, quella sensazione piccola di qualcosa di misterioso che da subito li unisce, i piccoli trucchi per prolungare il momento, il turbamento per il contatto della mano, il racconto di sé, la dichiarazione e il primo bacio. Lo spettatore si trova avvolto in questo amore che nasce e che, a differenza di altre opere, non viene osteggiato da amanti, da nobili, dall’onore… ma dalla povertà e infine saranno separati dalla morte. Un’opera che seppure incentrata sull’amore, non nasconde le personalità ben definite dei personaggi. È una storia che attrae tutti e la musica affascina come fosse lei stessa un singolo personaggio che a tratti commenta la scena e altre volte ne è in disaccordo».
E lei come si è avvicinata alla lirica? Qual è stato il suo percorso nel mondo della musica e di questo genere in particolare? E cos’è per lei “Gulliver”?
«Sono nata in una famiglia di amanti dell’opera lirica. Mio nonno era un tenore lirico appassionatissimo di opera, con lui non si guardava Cenerentola di Walt Disney ma La Cenerentola di Gioachino Rossini. Ho iniziato a studiare pianoforte perché da grande volevo fare il maestro collaboratore e quindi lavorare a stretto contatto con i cantanti, ma soprattutto con l’opera. Fin da giovanissima, ho avuto tante occasioni di lavorare con celebri cantanti, ma ad un certo punto non mi bastava più “suonare” l’opera, dovevo entrarci dentro, dovevo capire di più. Il mio percorso di studi attraverso la composizione e la direzione di coro mi ha permesso di avere ulteriori strumenti, ma la grande svolta nella comprensione dell’opera è stato lo studio della retorica musicale che mi ha dato le chiavi per entrare nella mente del compositore e di capire il pensiero musicale che lo ha portato a scrivere nota dopo nota. “Gulliver” per me rappresenta l’opportunità di poter trasmettere la mia più grande passione. Ogni volta che ascolto un’opera mi emoziono tantissimo e spero di poter lasciare ai corsisti alcuni strumenti per poter vivere il teatro musicale a 360».
LEGGI ANCHE:
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Ricchezza e povertà degli italiani
Rubrica - Italia al 18° posto nella classifica europea del PIL pro capite stilata dal Fondo Monetario Internazionale.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 6
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Estetica, espressività e decorazione | Il Liberty industriale a San Possidonio
Rubrica - Ed eccoci ad una nuova uscita dedicate all’Art Nouveau, la rubrica di Francesca Monari, nata dalla collaborazione con Sara Zoni
Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 5
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 4
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 3
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Il loop della scarsità
Glocal - La nostra è un’epoca plasmata da un eccesso di stimoli che ci seducono nella direzione dell’accumulo: consumare più del necessario, acquistare oggetti inutili e cercare piaceri effimeri.

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

  • La buona notizia

    La novità
    Mirandola, nuovo "negozio su ruote" per "La Frolleria"
    L'arrivo del nuovo mezzo è stato annunciato da Anffas Mirandola
    I risultati
    Giovanni Aleotti, ciclista di Finale Emilia, vince il Giro di Slovenia
    Grande successo per il giovane finalese -  ciclista professionista del Team Bora Hansgrohe, reduce da ottime prove anche al Giro d'Italia-  che a 25 anni porta a casa un titolo prestigioso
    Ultime notizie
    Un’esperienza in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico di Modena
    Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex pazienti alla Triton Cup ospitata di recente nel Parco dell’Arcipelago Toscano

    Curiosità

    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Curiosità
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Il ponte che conduce al Museo della Decima Divisione a Fort Drum (New York) è stato battezzato con il nome di “Bomporto Bridge”
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    La storia
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    Seguire le regole aiuta a mantenere un ambiente sereno e piacevole per tutti. Ai "rari nantes" Mirco Scacchetti lo spiega pure in latino
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    Politica
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    I candidati sindaco Letizia Budri, Carlo Bassoli, Giorgio Siena e Giorgio Cavazza sotto al fuoco di fila dei giornalisti della Bassa
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Il punto
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Tanti i casi in cui è stato necessario prestare soccorso ad anziani in difficoltà
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    I risultati
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    Grande soddisfazione espressa per la buona riuscita della manifestazione che ha visto partecipare circa 200 vigili del fuoco provenienti da tutta Italia
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Il caso
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Tra gli abitanti della frazione di Bomporto c'è chi chiede che per gli animali si trovi un'area protetta
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    Il punto
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    La Polizia Locale del Sorbara lo ha trovato con le videotrappole: aveva danneggiato con un cacciavite l’apertura elettronica dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti per ben due volte, in due distinte giornate
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Curiosità
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Un recente studio di BonusFinder Italia ha analizzato le 50 città più grandi d’Italia tenendo conto di diversi fattori chiave che caratterizzano l'esperienza di divertimento.

    chiudi