Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
16 Aprile 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Da Carpi al Benin, dopo Masterchef Letizia Borri porta la cucina solidale in Africa

Da Carpi al Benin, Letizia Borri porta la cucina solidale in Africa. La poliedrica cuoca carpigiana, 28 anni e una bella esperienza televisiva a Masterchef 12, lascia il blocco operativo di gastroenterologia ed endoscopia digestiva dell’ospedale Ramazzini dove lavora come operatrice socio sanitaria per portare dall'altra parte del mondo il suo progetto di cucinaterapia. 

"Poco tempo fa - racconta Letizia Borri - è nato il gruppo dei “Ragazzi di Charamille”, ente che si occupa di volontariato, viaggi di beneficenza e di progetti legati al mondo dell’alimentazione, della musica, dell’arte e della cultura. Con il gruppo dei Ragazzi di Charamille ho organizzato un viaggio in Africa. Nel prossimo agosto 2024 mi recherò in Benin per trasportare il progetto
“Cucinaterapia”, ed applicarlo attraverso un percorso educativo ed assistenziale presso orfanotrofi, villaggi e scuole. Verrò accompagnata da un gruppo di lavoro composto: dalla mia assistente, da un regista, da un’imprenditore agricolo e da un musicista. Sarà l’occasione per poter cucinare e offrire pasti bilanciati e nutrienti alle persone in difficoltà".

"Durante il nostro “viaggio itinerante”  - prosegue la cuoca - ci occuperemo non solo di donare il cibo, ma anche di regalare emozioni attraverso esperienze pratiche legate al mondo della cucina, della musica e della solidarietà.
Verrà coinvolta l’associazione no-profit “Buona Nascita” che sarà nostra fedele compagna in questa avventura; per offrire sostegno alle mamme e ai bambini in condizioni di difficoltà e povertà. Dall’unione di tutte queste competenze nascerà un documentario che illustrerà e racconterà l’esperienza realizzata".

"Per donare nella bio del mio profilo Instagram ci sono le coordinate di un piccolo conto aperto con “gofundme”, che useremo - conclude Borra - per acquistare le materie prime per preparare i pasti da donare alle persone in difficoltà e per sostenere questo progetto. Stiamo dando la possibilità a chi è interessato di partire con noi, in modo da offrire una bellissima ed unica esperienza".

Per sostenere il progetto, vai alla pagina per le donazioni

 
LEGGI ANCHE
 
 
 

Che cos’è Cucinaterapia?


Cucinaterapia è un progetto di cui sono titolare, nato a luglio 2022.
E’ il frutto delle mie esperienze pregresse nel campo
sociale/educativo.
E’ il prodotto creativo ed esistenziale nato dell’esigenza
di realizzare un “trait d’union” tra le mie competenze
professionali e una delle mie più grandi passioni: la
Cucina.
Questa idea è nata dopo aver partecipato ad un
programma televisivo nel mondo culinario, “Masterchef
Italia”, che mi ha dato la giusta spinta propulsiva e
l’entusiasmo necessario per unire il piacere e l’arte del
cucinare al mio lavoro.
Com’è strutturato?
Cucinaterapia si avvale di laboratori di cucina; inoltre
questo percorso di laboratorio è una valida opportunità
per conoscere il mondo dell’alimentazione.
Oltre che a entrare in questo mondo, per parlarne,
apprezzarlo, ed acquisirne le nozioni, i destinatari del
progetto potranno divertirsi producendo artigianalmente
pasta fresca, prodotti da forno, composte di frutta e
verdura e tanto altro.
I laboratori sono infatti prevalentemente manuali, dove
l’attivazione e lo sviluppo della motricità fine si uniscono
a quello della creatività.
Durante gli incontri verrà utilizzato materiale audio-visivo
come film e libri.
Verranno organizzate visite didattiche a fattorie, caseifici
e strutture legate al mondo agricolo e della produzione
artigianale.
I destinatari con gli operatori potranno organizzare
eventi culinari, dove poter far assaggiare le proprie
creazioni a parenti, amici ed ospiti esterni.
E’ per di più una modalità attraverso la quale potersi
conoscere ed interagire, per scoprire le differenti cucine
del mondo.
Chi sono i destinatari?
Il progetto è dedicato a persone che necessitano di un
contesto protetto, in grado di offrire possibilità sociooccupazionali, educative e ricreative.
I destinatari sono tutti i soggetti fragili, come persone
con disabilità di tipo fisico o psico-sensoriale, anziani,
persone con DCA.
Inoltre è in grado di offrire a bambini e ragazzi in genere
la possibilità di una presa di coscienza del mondo
dell’alimentazione e della cucina.
Naturalmente verrà proposto un percorso personalizzato
a seconda dell’utenza a cui sarà finalizzato il laboratorio.
Quali sono gli obbiettivi del progetto?
Il progetto Cucinaterapia mira al raggiungimento di vari e
specifici obbiettivi:
- La messa in atto di attività mirate all’acquisizione, alla
stimolazione e al mantenimento di abilità fisiche,
cognitive, psico-sensoriali, relazionali e delle autonomie
personali.
- L’integrazione sociale sia interna che esterna ai
laboratori e il rafforzamento della capacità di
relazione.
- Lo sviluppo della creatività e delle capacità manuali.
- Il miglioramento delle capacità di autocontrollo e di
comunicazione, lo sviluppo delle capacità di autocritica e
la presa di coscienza.

• - La stimolazione e l’acquisizione delle tecniche di base,
la capacità di lavorare in gruppo al fine di acquisire le
abilità di progettare ed eseguire le fasi di lavorazione e
le tecniche specifiche del laboratorio.
- Lo sviluppo della comunicazione e l’espressione del
nostro mondo interiore attraverso la cucina.
- La conoscenza del mondo dell’alimentazione e della
storia gastronomica.
Ma soprattutto: DIVERTIRSI INSIEME!
Perché scegliere di partecipare ad un laboratorio
di Cucinaterapia?
Il cibo come l’arte e la musica è un elemento
fondamentale della nostra vita.
Il cibo è comunicazione, socializzazione e unione.
In alcuni casi è stato una vera e propria medicina!
Il mio laboratorio vuole dimostrare come la cucina e
l’amore per il cibo possono abbattere le barriere morali e
sociali che la società di oggi, purtroppo, a volte pone.
Si pensi alla gioia e alla soddisfazione di una persona
con handicap, o di un bambino nel sapere di aver
prodotto qualcosa di unico, artigianalmente, tramite un
metodo innovativo.
Si pensi ad un anziano che racconta della sua pietanza
preferita, rievocando ricordi felici del passato.
Verrà naturale giocare, scoprire, sperimentare ed
esprimersi attraverso la cucina e la propria cultura,
comunicando con il mondo che ci circonda.
Un percorso non solo terapeutico, ma altresì formativo e
ricreativo, in grado di dare ai partecipanti la possibilità di
raccontarsi attraverso ciò che si crea, di divertirsi e
socializzare.
Questa è Cucinaterapia.
Le tempistiche e le modalità di esecuzione degli incontri
saranno totalmente personalizzati.

 

SulPanaro Expo

RESTO D'ITALIA E MONDO

Rubriche

Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della focaccia fiorita
Rubrica - Creatività, ortaggi e farine; questi gli ingredienti che danno vita a questa scenografica focaccia. Rubrica a cura di Francesca Monari
Superbonus - nuova comunicazione preventiva
Rubrica - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto
Linee guida per i Social | Ecco come creare post perfetti in pochi e semplici passaggi
Rubrica - Ed eccoci al terzo appuntamento con Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese. Oggi impareremo a destreggiarci tra post, reel e video.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli
Il punto - E' la rubrica che abbiamo deciso di avviare per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Gli italiani mangiano male
Glocal - In Italia, ogni dieci minuti, una persona muore per complicanze legate all'obesità.
L’arte in Strada | San Prospero e il murale dedicato a Fraintesa
Rubrica - Rubrica a cura di Francesca Monari
Piccole e medie imprese, come ottenere i contributi per internazionalizzazione, transizione energetica e installazione di sistemi di sicurezza
Da sapere - I bandi riguardano attività in regola con il Durc e con il pagamento del diritto annuale alla CCIAA
Glocal
Nel 2050 un pensionato per ogni lavoratore
Glocal - Finanze pubbliche e welfare non saranno più sostenibili con il calo delle nascite
Linee guida per i Social | Ecco come iniziare bene a comunicare un'attività
Rubrica - Francesca Monari ha chiesto a Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese, come impostare correttamente una pagina social
Bonus export digitale plus 2024, ecco come fare per richiederlo
Da sapere - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto

Sul Panaro on air

    • WatchRiapre il circola lato B in località Canaletto a Finale Emilia
    • WatchEcco le barriere anti inondazione per salvare Bomporto dalle alluvioni
    • WatchMarika Menozzi si candida sindaca a Concordia sul Secchia
  • I più letti

  • Most Read Posts

    • Non ci sono elementi
  • La buona notizia

    Il caso
    Finale Emilia, ha riaperto a Canaletto il circolo musicale Lato B
    Dopo tempi di incertezze torna la musica nella ex scuola elementare
    Ultime notizie
    Da Medolla Eurosets dona ossigenatori per le operazioni ai bambini in Camerun
    L'azienda sostiene il progetto “Cuori ribelli” della Onlus “Una voce per Padre Pio”
    Ultime notizie
    A Mirandola più di 600 volontari per la grande esercitazione di Protezione Civile
    Sono stati circa 150 i mezzi impiegati nella tre giorni di operazioni:

    Curiosità

    Falegname abusivo scoperto perchè espone la differenziata nel giorno sbagliato
    La storia
    Falegname abusivo scoperto perchè espone la differenziata nel giorno sbagliato
    L'errore fatale costerà all'uomo, un pensionato, 104 euro di multa più accertamento della Agenzia delle entrate
    E' festa a Soliera per i 60 anni della squadra di calcio Limidi F.C.
    Il riconoscimento
    E' festa a Soliera per i 60 anni della squadra di calcio Limidi F.C.
    Nell’occasione il campo da calcio verrà intitolato al limidese Bruno Ghelfi
    Auser Cavezzo nel grande progetto educativo contro lo spreco del cibo del Centro di Educazione alla Sostenibilità Ucman
    I dati
    Auser Cavezzo nel grande progetto educativo contro lo spreco del cibo del Centro di Educazione alla Sostenibilità Ucman
    Nelle scuole primarie del territorio un progetto educativo per spiegare ai bambini il valore che ha il cibo e ridurne lo spreco.
    La mirandolese Letizia Borella è la "Bodypainting model of the year 2023"
    Ultime notizie
    La mirandolese Letizia Borella è la "Bodypainting model of the year 2023"
    Il prestigioso titolo corona una carriera che l'ha vista partecipare e vincere numerose competizioni italiane ed internazionali
    San Prospero città delle donne: si racconta la libertà femminile tra studio, perseveranza e coraggio
    Il riconoscimento
    San Prospero città delle donne: si racconta la libertà femminile tra studio, perseveranza e coraggio
    E' stato un bel pomeriggio -  sala stra piena, pubblico attento e tanti applausi - quello che la neonata associazione I talenti di Minerva ha organizzato a San Prospero presso la biblioteca.
    Quelli di Villaggio Fantozzi ci son cascati di nuovo: a ottobre San Felice diventa Cinevalley
    Ultime notizie
    Quelli di Villaggio Fantozzi ci son cascati di nuovo: a ottobre San Felice diventa Cinevalley
    Sette grandi film. Tre giorni. Un fiume di eventi. Roberto Gatti &Co rendono omaggio a sette capolavori del cinema italiano
    Nuovi spazi per il centro bambini a Carpi
    Per i più piccoli
    Nuovi spazi per il centro bambini a Carpi
    Inoltre si inaugurerà la sede del “Consiglio dei ragazzi”
    Trattamenti estetici, gli italiani spendono in media 320 euro all’anno
    Curiosità
    Trattamenti estetici, gli italiani spendono in media 320 euro all’anno
    Le cifre più alte sono riservate alla cura dei capelli e del viso.
    Da Mirandola a Trieste, Raffaele Bruschi nella spedizione che ha scoperto un nuovo ramo del fiume Timavo
    La storia
    Da Mirandola a Trieste, Raffaele Bruschi nella spedizione che ha scoperto un nuovo ramo del fiume Timavo
    Il mirandolese era con gli speleologi della Società adriatica che hanno fatto la sensazionale scoperta scientifica: "Siamo stati dove nessuno mai"
    A Mirandola uno scorcio di piazza Costituente ora porta il nome di Largo Elvino Castellazzi
    Il caso
    A Mirandola uno scorcio di piazza Costituente ora porta il nome di Largo Elvino Castellazzi
    E' tra gli ultimi atti della giunta di Alberto Greco, che a giugno lascerà la carica di sindaco di Mirandola. “Un modo concreto per ricordare una grande persona”

    chiudi