Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
24 Luglio 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Ricchezza e povertà degli italiani

E se pur questa corrugar la fronte

e stirar ti fa il labbro, e tu raddoppia

la somma che possiede un cavaliere.

Triplica pure quattrocentomila!...

Con queste parole, Giovenale, poeta e oratore romano, nelle sue celeberrime “Satire”, soleva augurare a se stesso un reddito di 400.000 sesterzi. Cifra sufficiente a garantirgli una vita decorosa. Ai tempi dell’antica Roma, solo l’8% della popolazione era in grado di produrre un reddito “sostanzialmente sufficiente alla sopravvivenza”. Circa la metà viveva di pubblica carità, tramite gli aiuti di stato. Il resto della popolazione – esclusi i ricchi che con patrimoni milionari rappresentavano una minima parte della popolazione - seppur appartenenti alla borghesia, vivevano di redditi appena sufficienti a garantire loro una vita dignitosa.

E’ ben difficile esprimere in termini di PIL pro capite, la ricchezza media generata da un cittadino dell’antica Roma. Sappiamo però per certo, che la maggior parte della popolazione non se la passava molto bene. Per arrivare a fine giornata occorreva essere alquanto competenti nell’arte dell’arrangiarsi.

Il PIL, acronimo di Prodotto Interno Lordo, come ben sappiamo esprime il valore di tutti i beni e i servizi finali prodotti sul territorio di un Paese in un determinato periodo di tempo.

Il PIL pro capite (che qui chiameremo per brevità Ppc), invece, indica la media della ricchezza generata da ogni singolo cittadino di un determinato Paese.

E’ un indicatore importante, che assieme ad altri, esprime il livello di benessere dei cittadini.

Il PIL pro capite in Europa

I finlandesi, secondo il “World Happyness Report”, pare siano i cittadini più felici dell’intero pianeta. Sull’argomento pubblicai un articolo nell’agosto del 2023, nel quale scrissi che “la Finlandia è il Paese con la popolazione più felice al mondo, e non c’entrano i soldi”. Secondo i dati diffusi dal Fondo Monetario Internazionale, la Finlandia infatti risulta all’11° posto, tra i 43 Stati del continente europeo, nella classifica dei Paesi europei, con un Ppc pari a 55.000 dollari.

Sul podio, tolti i paradisi fiscali rappresentati da Monaco di Baviera, Liechtenstein e Lussemburgo con un Ppc che si attesta mediamente sui 200.000 dollari, troviamo Svizzera, Irlanda e Norvegia, rispettivamente con un Ppc pari a 106, 106 e 95 mila dollari.

Per trovare l’Italia dobbiamo scorrere la classifica fino al 18° posto, con un Ppc pari a 40.000 dollari.

Mappa dei PIL pro capite nei Paesi europei:

Clicca sull'immagine per vederla meglio

Il PIL pro capite italiano

Nel nostro Paese il Ppc medio è in realtà poco rappresentativo della ricchezza dei cittadini italiani.

Troppe sono le differenze tra i cittadini ed in particolare tra Nord e Sud. Basti pensare che se a Milano il Ppc mediano è di 40.000 dollari, in Calabria scendiamo a 17.600 euro. Senza contare le problematiche legate all’erogazione dei servizi sul welfare da parte delle Regioni. Se il Nord Italia ha da sempre potuto contare su una buona presenza delle istituzioni nell’erogazione di servizi ai cittadini (per la verità attualmente in calo), lo stesso non si può dire per il Sud del Paese, dove, tanto per citarne uno a caso, i servizi sanitari spesso devono essere pagati con i soldi dei cittadini, non essendo le ASL in grado di erogare tali servizi in modo efficiente.

Ne sono un esempio lampante gli Stati Uniti d’America. Un cittadino americano, infatti, con un Ppc di 84.000 dollari, in sostanza il doppio del nostro, deve pagarsi interamente ogni minimo servizio erogato da uno Stato inesistente sul fronte del welfare state, appaltato interamente ai privati. Che si fanno pagare. E molto.

Anni fa un collega mi parlò delle cure a cui dovette sottoporsi sua madre a causa di una malattia invalidante. Mi disse, testuali parole: “siamo fortunati a vivere in Italia. Le terapie e le medicine di mia madre, in cura da diversi anni, sono state interamente pagate dal Servizio Sanitario Nazionale. Cioè ogni cittadino ha contribuito, così come deve essere nella logica del welfare state, a fare stare meglio la madre del collega, che ha continuato: “se fossi vissuto in America avrei dovuto sborsare una cifra astronomica di centinaia di migliaia di dollari. Avrei dovuto vendere la casa per far fronte a tali spese”. La domanda giunge spontanea: se un cittadino americano non possiede tutti quei soldi cosa succede? Semplice, non si cura. E si affida al destino.

Un destino che interessa il 23,5% della popolazione americana, che vive al di sotto della soglia di povertà, contro l’8,6% dell’Italia, mentre il 12,3% ha un Ppc al di sotto della soglia minima di sostenibilità (calcolata su circa 12.500 dollari) contro il 28,4% degli italiani con un Ppc attorno ai 7.000 euro.

Secondo INTWIG, società di data intelligence che periodicamente fornisce un’analisi dettagliata sulla ricchezza degli italiani, solo i 5% della popolazione guadagna più di 55.000 euro, mentre il 44% ha un reddito inferiore ai 15.000 euro, come evidenziato nel grafico che segue:

Clicca sull'immagine per vederla meglio

Dati preoccupanti che se sommati all’ingiustificato aumento dei costi dei beni al consumo (beni energetici inclusi) definiscono un quadro allarmante che ci riporta alle condizioni in cui viveva il nostro antenato romano poco meno di 2000 anni fa. Un quadro allarmante a cui i governi attuali dovranno dare una risposta.

“Emergono elementi d’analisi, da portare all’attenzione della politica per delineare scelte strategiche per i prossimi anni – afferma Aldo Cristadoro, CEO di INTWIG, in un’intervista rilasciata al quotidiano IlSole24Ore -. In primis la redistribuzione dei redditi, per evitare che la ricchezza si concentri in una fascia ristretta di popolazione. Si pone poi il tema demografico, già evidente guardando alle aree interne. La progressiva riduzione della popolazione in età lavorativa e l’aumento dei pensionati renderà necessario individuare soluzioni per garantire la tenuta del sistema. In questo senso si apre la sfida dell’attrattività dei territori per favorire l’arrivo di giovani, attraverso una prospettiva di sistema che affronti non solo la questione salariale, ma anche con strumenti di welfare e servizi che compensino il gap con gli altri Paesi europei, favorendo una piena promozione della qualità della vita”.

SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Global Wealth Report 2024: lo 0,7% della popolazione detiene il 40,4% della ricchezza mondiale
Glocal - Secondo il Rapporto sulla Ricchezza Globale 2024 (Global Wealth Report) realizzato da UBS, lo 0,7% della popolazione del pianeta, appartenente alla categoria dei “ricconi”, detiene il 40,4% della ricchezza mondiale.
Glocal
Politici nel pallone
Glocal - Martedì 16 luglio all’Aquila, si è disputata la partita del cuore tra cantanti e politici. Un evento sportivo di beneficenza organizzato per raccogliere fondi da destinare all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e all’Ospedale San Salvatore dell’Aquila.
Glocal
Gli indignati
Glocal - La nazionale azzurra di calcio ci ha deluso. Un sentimento di delusione che si è trasformato velocemente in un sentimento di indignazione sociale.
APPUNTI DI GUSTO | Tutto quello che c’è da sapere delle noci brasiliane
Rubrica - Sono semi oleosi provenienti dalle piante di Bertholletia excelsa -in onore dello scienziato francese Claude-Louis Berthollet- e sono conosciute anche come noci dell’Amazzonia perché è nella foresta amazzonica che crescono.
Glocal
Ricchezza e povertà degli italiani
Rubrica - Italia al 18° posto nella classifica europea del PIL pro capite stilata dal Fondo Monetario Internazionale.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 6
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Estetica, espressività e decorazione | Il Liberty industriale a San Possidonio
Rubrica - Ed eccoci ad una nuova uscita dedicate all’Art Nouveau, la rubrica di Francesca Monari, nata dalla collaborazione con Sara Zoni
Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

  • La buona notizia

    La solidarietà
    Bomporto, inaugurata una cisterna in Madagascar grazie alla solidarietà della comunità
    Associazioni e cittadini bomportesi hanno sostenuto un’iniziativa benefica rivolta agli abitanti del villaggio di Andaromihomaky
    La storia
    Neonato salvato sull'isola di Martinica grazie a un dispositivo prodotto dalla Eurosets di Medolla
    Il bimbo di un mese e mezzo era affetto da bronchiolite acuta e non era in grado di respirare autonomamente a causa dell’infezione virale
    Il ricordo
    Viaggiare con gli animali domestici, i consigli del veterinario
    E' bene pensare di mettere in valigia anche un kit per il proprio amico a quattro zampe: ad esempio soluzione fisiologica, pomate protettive e lenitive, antiparassitari repellenti.

    Curiosità

    I tortellini si piazzano diciannovesimi in Italia tra i piatti più amati
    Curiosità
    I tortellini si piazzano diciannovesimi in Italia tra i piatti più amati
    Per gli italiani sono tra i meno ‘social’.
    L'84% adolescenti si fida dei medici, il 90% di genitori e amici. E basta
    Ambiente
    L'84% adolescenti si fida dei medici, il 90% di genitori e amici. E basta
    Preoccupa che oltre determinate soglie, la famiglia rischia di diventare familismo e l'amicizia 'clan', se non addirittura 'gang'
    Mirandola, automobilista ghanese presenta alla Polizia Locale patente falsa polacca
    Ultime notizie
    Mirandola, automobilista ghanese presenta alla Polizia Locale patente falsa polacca
    Sono stati 16 i posti di blocco effettuati in sette giorni dalla Municipale, con 179 mezzi controllati fra auto (168) e 11 fra autoarticolati e Tir
    Italiani preoccupati per reddito e salute. E aumentano i timori per il cambiamento climatico
    Da sapere
    Italiani preoccupati per reddito e salute. E aumentano i timori per il cambiamento climatico
    Con il mondo in ripresa dalla pandemia, gli italiani devono fronteggiare nuove e vecchie preoccupazioni che li rendono generalmente più insicuri rispetto alla media europea.
    Pasta "fuori orario", la scelgono due giovani su tre: la spaghettata di mezzanotte è un rito per 3 su 4
    Curiosità
    Pasta "fuori orario", la scelgono due giovani su tre: la spaghettata di mezzanotte è un rito per 3 su 4
    E' quanto rivela la ricerca "GenZ e Pasta: amore ai pasti e non solo...", condotta dai pastai di Unione Italiana Food in collaborazione con AstraRicerche
    E’ di Modena il miglior Balsamico Tradizionale: a Stefania e Roberto Antichi il 58° Palio di San Giovanni
    Arte
    E’ di Modena il miglior Balsamico Tradizionale: a Stefania e Roberto Antichi il 58° Palio di San Giovanni
    In classifica anche l'aceto balsamico di Stefano Pivetti di San Prospero
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Curiosità
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Il ponte che conduce al Museo della Decima Divisione a Fort Drum (New York) è stato battezzato con il nome di “Bomporto Bridge”
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    La storia
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    Seguire le regole aiuta a mantenere un ambiente sereno e piacevole per tutti. Ai "rari nantes" Mirco Scacchetti lo spiega pure in latino
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza

    chiudi