Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Circolo Naturalistico Novese sul taglio piante viale XXII aprile a Novi

NOVI DI MODENA – Da alcune settimane impazza uno scontro, che è diventato oramai ideologico, sulla necessità o meno di abbattere una serie di piante in un viale storico di Novi. A fronte di una situazione di oggettivo pericolo a causa di dissennate capitozzature e mancata adeguata manutenzione negli anni, le piante vengono considerate pericolose in base ad una norma del 2017 del Ministero dell’Ambiente che prevede, in questi casi, l’abbattimento (valutazione rischio 6 su una scala di 6). Tra una Amministrazione che sulla base dei parametri imposti dal Ministero propende per l’abbattimento ma lo comunica alla cittadinanza non nel migliore dei modi, un comitato di cittadini che si oppone all’abbattimento senza se e senza ma non entrando nel merito della problematica, si ritrova nel bel mezzo di questa disputa, suo malgrado, il Circolo Naturalistico Novese. Associazione che da sempre difende e promuove nelle scuole e in tutti i momenti della società civile la cultura ambientalista, che da oramai 40 anni lavora fattivamente per il rimboschimento delle nostre campagne, viene accusata sui social di partigianeria a favore dell’Amministrazione, di avere deciso, senza alcuna competenza amministrativa, l’intervento sulle piante. A fronte di tutto questo l’Associazione ha divulgato, dopo un confronto con l’Amministrazione ed un dibattito al proprio interno, un  comunicato per chiarire definitivamente la propria posizione in merito.

Ci prendiamo uno spazio per commentare la vicenda riguardante le alberature di viale XXII Aprile e  anche per farne un momento di informazione per tutti quelli che si stanno interessando a questo progetto. 

Il previsto intervento di viale XXII Aprile (ipotesi di espianto totale dei platani e sostituzione con altra  essenza, ipotesi attuale la Parrotia) è stato presentato al Circolo ed ai residenti in viale XXII aprile mercoledì  21 ottobre scorso, durante la serata, il tecnico incaricato dal Comune, conosciuto e stimato da tempo, progettista collaudato di parchi e interventi di verde urbano, ha spiegato che: 

1) i platani non possono essere efficacemente ridimensionati senza arrecargli ulteriori danni  irreparabili (possono essere recisi solo rami non superiori ai 9 cm di diametro in base al regolamento del  verde di Novi); 

2) eventuali eliminazioni puntuali delle sole piante straordinariamente pericolanti non permetterebbe  una progettazione corretta dell’intero viale lasciando “buchi” qua e là che potranno solo aumentare nel  tempo; 

3) la sostituzione con nuovi platani risulta non possibile perché ogni specie di pianta prende dal terreno  solo i nutrimenti desiderati: quindi il nuovo platano troverebbe un terreno inadatto a causa della presenza  decennale di altro platano. 

Intervenire sarà però necessario per questioni di sicurezza a causa di anni di incuria e a seguito di  vecchie capitozzature che hanno sostanzialmente condannato a morte i platani: ma come si può intervenire? 

Ne è seguito un lungo ed acceso confronto al nostro interno su un viale che ha maturato alberature  di dimensioni inconsuete per una zona residenziale densamente abitata. La scelta d’impianto iniziale fu  certamente inadeguata (alberi di eccessiva grandezza per il luogo in cui sono e troppo ravvicinati),  probabilmente dettata dalla poca conoscenza tecnica nell’epoca di posa; il risultato però è uno splendido  viale, unico nel suo genere, nel quale tutta la popolazione riconosce un simbolo di rara bellezza urbana: come  CNN, abbiamo scelto di chiedere un momento di riflessione all’Amministrazione comunale, senza sbraitare e  con l’umiltà ma scrupoloso interesse che ci contraddistinguono. 

Questo momento c’è stato, e ringraziamo l’Amministrazione per il tempo che ci ha dedicato, evidentemente grata dei toni pacati che abbiamo utilizzato, ed in un secondo incontro ci è stato spiegato che  la valutazione di rischio riguardante queste alberature avrà con tutta probabilità esito di massima gravità in  base alla procedura di “valutazione del rischio” emanata nel 2017 dal Ministero dell’Ambiente; questo esito  andrà dimostrato con prove scientifiche delle quali è già stato incaricato un gruppo di esperti: ci è stata data  ampia garanzia che nessun intervento verrà fatto senza che ci sia evidenza, e doverosa informazione  pubblica, di queste verifiche

Invitiamo l’Amministrazione a valutare, in ogni caso, un intervento che sia sempre e comunque  rivolto all’accrescimento del patrimonio arboreo cittadino. 

Ricordiamo a tutti che nessuno dovrebbe improvvisarsi allenatore di calcio durante un mondiale,  ingegnere dopo un terremoto o botanico per un intervento sul verde: come CNN siamo orgogliosi del lavoro  che abbiamo svolto al nostro interno con un confronto duro ma sincero che ha portato allo studio del  problema, all’ascolto, alla comprensione ed alla sempre maggior consapevolezza del nostro ruolo di controllo  e tutela del territorio. 

Il Circolo Naturalistico Novese da decenni interviene sui beni naturalistici del nostro comune,  cercando di ampliarli, valorizzarli e difenderli quando necessario: la nostra storia parla per noi. Chiamiamo a raccolta perciò tutte le persone che si sono affacciate a questo tema perché continuino,  su ogni tema legato all’ambiente (che si tratti di rifiuti, di energia pulita, di inutili infrastrutture autostradali o di botanica), a sensibilizzare la comunità per accrescere la coscienza ecologica che un giorno dovrà  appartenere a tutti.

LEGGI ANCHE:
Novi di Modena, il viale alberato “condannato” nelle foto di Matteo Buzzi

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    E' il messaggio lanciato con un video pubblicato su Facebook ad un anno dallo stop alla musica dal vivo con il pubblico.[...]
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le indossano, tra gli altri, quelli de La strana coppia di Radio Bruno. Sono prodotte da Renometal e commercializzate dalla mirandolese Encaplast [...]
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]