Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Operatori AOU immuni per il 99,9% dopo il vaccino anti-Covid-19

MODENA- Dei 4.296 operatori dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria che hanno completato il ciclo vaccinale anti-Covid, ad oggi 1.391 di loro sono stati sottoposti a screening e, di questi, il 99,9% ha sviluppato gli anticorpi a distanza di quattro settimane dalla seconda dose. A dirlo è il monitoraggio clinico e immunologico post-vaccino avviato il 15 febbraio scorso dal Servizio di Sorveglianza Sanitaria dell’AOU.

La campagna di vaccinazione contro il virus Sars-CoV2 per gli operatori del Policlinico di Modena e dell’Ospedale civile di Baggiovara è partita il 27 dicembre 2020 (Vaccine Day) ed è proseguita per tutto il mese di gennaio 2021. L’adesione più alta si registra tra i sanitari, vaccinati per l’88% del totale.

Da metà febbraio il Servizio di Sorveglianza Sanitaria dell’AOU ha avviato il monitoraggio clinico e immunologico post-vaccino, ovvero la valutazione della quantità e qualità della risposta immunitaria anti-spike indotta dalla vaccinazione a distanza di quattro settimane dalla seconda dose. Contemporaneamente, sono stati registrati gli effetti collaterali dopo la vaccinazione e nel tempo sarà verificata la reale efficacia protettiva del vaccino nei confronti della malattia causata dal virus Sars-CoV-2.

Dopo la somministrazione della prima dose di vaccino, nel 75% degli operatori non ci sono stati effetti collaterali. Dopo la seconda dose, la percentuale di chi non ha avuto alcun sintomo è scesa al 50%. Nei restanti casi sono comparsi uno o più degli effetti collaterali attesi, molti dei quali comuni o molto comuni. Il senso di debolezza e il dolore nella sede dell’iniezione sono stati i sintomi più frequenti, mentre la febbre è stata riscontrata in un caso su 3 operatori vaccinati. Nessuna reazione grave o inattesa.

Parallelamente, il numero di nuovi casi di positività al tampone tra gli operatori ha visto un calo molto consistente: nel mese di gennaio sono stati 149 i nuovi positivi a tampone, mentre, nel mese di febbraio, i nuovi casi positivi fino al momento in cui scriviamo sono 21.

Al momento gli operatori positivi assenti dal lavoro e isolati a domicilio sono 18. Un numero ben lontano dal picco massimo di casi registrato il 20 novembre scorso: in quella giornata gli operatori positivi isolati erano 182.

Claudio Vagnini, direttore generale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, commenta: “Questi risultati sono una conferma del fatto che la vaccinazione è la prima e unica arma che abbiamo per contrastare un virus che ancora oggi sta diffondendo contagi e mietendo vittime. Non dobbiamo avere dubbi che questa sia l’unica strada percorribile per proteggere noi stessi e gli altri e per tornare ad avere una vita e un futuro “normali”. L’Azienda sta svolgendo un lavoro molto impegnativo per tenere aggiornati in tempo reale il sistema sanitario, le istituzioni e l’opinione pubblica sull’efficacia di questi vaccini. Siamo orgogliosi di questo e assicuriamo che procederemo in tale direzione”.

“I vaccini anti Covid-19 oggi disponibili – spiega Loretta Casolari, Responsabile del Servizio Sorveglianza Sanitaria e Promozione della Salute dei Lavoratori dell’AOU di Modena – sono stati ottenuti con un enorme sforzo di ricerca e di produzione associato ad una altrettanto importante riduzione dei tempi procedurali da parte delle agenzie regolatorie. Anche le nostre ricerche confermano che tutto ciò non è andato a scapito dell’efficacia e sicurezza dei vaccini”.

Prosegue Casolari: “La valutazione dell’efficacia reale dai dati negli studi condotti in Israele, dove è stata effettuata una massiccia campagna vaccinale sulla popolazione, dimostrano una netta riduzione non solo dei casi gravi, delle ospedalizzazioni e delle morti, cosa di per sé rilevante, ma anche una netta riduzione del numero di nuovi positivi. Questo significa che il vaccino non si limita a impedire lo sviluppo della malattia, ma riduce fortemente la diffusione del virus”.

Uno studio promosso dalla Direzione Aziendale e condotto in collaborazione con la Cattedra di Medicina del Lavoro, Malattie infettive, Immunologia e Statistica Medica dell’Università di Modena e Reggio Emilia analizzerà le associazioni del tipo di riposta con variabili importanti come l’età, il genere, la presenza di comorbilità. “Tutte le unità operative sono coinvolte e per l’Azienda Ospedaliera e l’Università questo è un modello virtuoso di come le eccellenze della sanità e della ricerca possono fare un fronte comune di lotta a questo lungo periodo di pandemia”, conclude Vagnini.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchIl punto della situazione del sindaco Goldoni
    • WatchZona arancione, riaprono le palestre. All'aperto. Ecco la Body Activ a San Felice sul Panaro
    • WatchLa Ciclovia del Sole da Mirandola a Bologna, l'inaugurazione

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]

    Curiosità

    Un fumetto per far conoscere Gabriella Degli Esposti a ragazzi e studenti
    Un fumetto per far conoscere Gabriella Degli Esposti a ragazzi e studenti
    La presentazione di “Donna, moglie, madre partigiana'' avverrà sabato 24 aprile, in diretta dal Teatro Comunale di Carpi [...]
    “80” voglia di Carpi: la piazza, le sfitty e i paninari
    “80” voglia di Carpi: la piazza, le sfitty e i paninari
    La pagina Facebook "Commenti memorabili" ha pubblicato la lettera-reperto di un irriducibile paninaro carpigiano degli anni 80': ed è subito immersione in stile "macchina del tempo"[...]
    Nasce la pagina Instagram del Comune di Camposanto
    Nasce la pagina Instagram del Comune di Camposanto
    Per visualizzare il profilo e rimanere aggiornati, è sufficiente cercare "comunedicamposanto" sull'app di Instagram e cliccare su "Segui"[...]
    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    Dopo l'interruzione, per amore, del viaggio intorno al mondo, il ragazzo che nel 2012 aiutò la comunità di San Felice aprirà un ristorante di specialità italiane[...]
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    Laura Bassi è stata la seconda donna a laurearsi in Italia e la prima a ottenere una cattedra universitaria. [...]
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]