Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
24 Ottobre 2021

Regione e Terzo settore insieme per sostenere chi ha più bisogno, anche a causa dell’emergenza sanitaria

MODENA- Aiutare concretamente le persone in difficoltà a causa della crisi economica determinata dall’emergenza Covid-19: pacchi alimentari, somministrazione di cibo da asporto, distribuzione di prodotti alimentari e non, sostegno alle mense.

A questo guardano i 20 progetti presentati da Fondazioni del terzo settoreorganizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale presenti in Emilia-Romagna che la Regione finanzia con 600mila euro, dopo l’approvazione da parte della Giunta del bando per la solidarietà e il recupero alimentare aperto l’8 febbraio scorso.

Con questo bando per la solidarietà e il recupero alimentare– sottolinea la vicepresidente e assessora al Welfare, Elly Schlein – la Regione è intervenuta ancora una volta a fianco del Terzo settore per non far mancare un pasto a nessuno. I progetti approvati, insieme alle altre iniziative che in questi mesi abbiamo messo in campo, per e con il Terzo settore, costituiscono un ulteriore tassello per rafforzare la rete di solidarietà che si occupa capillarmente di far arrivare una risposta concreta alle persone più fragili, che purtroppo stanno aumentando”.

Il bando ha visto una grande partecipazione delle realtà del territorio, che hanno presentato 68 progetti; con i 600mila euro stanziati ne saranno finanziati 20 al 100%. Tra i progetti approvati c’è quello a valenza regionale presentato dalla Fondazione Banco Alimentare Emilia-Romagna onlus del valore di 100 mila euro, quelli a valenza più circoscritta a singoli distretti, il cui valore unitario varia da 15 a 20mila euro, fino ai 50mila euro dei progetti di carattere sovradistrettuale.

Tra questi, 14 progettualità – 9 delle quali riconducibili agli Empori solidali – sono incentrate sulla raccolta, presso la grande distribuzione, le imprese produttrici e i piccoli esercizi commerciali di zona, dei beni alimentari e per l’igiene e la successiva distribuzione alle persone che, anche a causa delle conseguenze della pandemia, si trovano in gravi difficoltà economiche; ulteriori 5 azioni sono relative alla produzione e distribuzione di pasti pronti, sempre a favore delle persone indigenti, tra cui i senza dimora; un ulteriore progetto, di dimensione regionale, è quello presentato dal Banco alimentare.

Nelle proposte approvate dal bando è emersa, in particolare da parte degli Empori solidali, la capacità di costruire progetti di rilievo sovra distrettuale, provinciale o sovra provinciale, sia legati al tema più classico del recupero dei beni, sia ad aspetti strategici come ad esempio la logistica, al servizio di più empori o di altri soggetti del terzo settore del territorio. Ma tra le iniziative approvate spiccano anche progettazioni di dimensioni più contenute o legate a territori nelle aree montane, in grado anche in questo caso di costruire reti e sinergie tra diversi soggetti.

Progetti approvati per ambito provinciale

Oltre al progetto a valenza regionale presentato dalla Fondazione Banco Alimentare con sede a Imola, a livello provinciale 5 progetti interessano la provincia di Bologna, 3 quella di Modena, 3 Ferrara, 2 Parma, 2 Forlì-Cesena, 1 Ravenna, 1 Reggio Emilia, Piacenza e1 la provincia di Rimini.

Gli Empori solidali

Da anni la Regione, nell’ambito del sostegno alle iniziative di recupero alimentare, supporta l’azione degli Empori Solidali che per numero (23 attualmente attivi e alcuni in progettazione) e distribuzione territoriale, rappresentano una specificità emiliano-romagnola. Sono veri e propri “negozi” in cui la persona seguita non solo ha la possibilità di scegliere i prodotti in piena autonomia, ma usufruisce anche di attività “accessorie” quali ad esempio l’ascolto, l’orientamento verso i servizi, la formazione, l’inserimento lavorativo, gli spazi mamma-bambino, le consulenze al credito e alla gestione domestica, la possibilità di partecipare ad eventi sociali, sportivi e culturali.

Grazie all’ultimo bando regionale per il sostegno alle attività solidaristiche di recupero e distribuzione di beni, sia alimentari che per l’igiene personale e della casa, verranno finanziate le attività o l’avvio degli Empori Solidali di 8 province su 9, grazie a proposte fortemente incentrate sulla costruzione di sinergie, sia tra gli empori stessi che con le risorse, pubbliche e private, dei territori.

Si tratta di strutture che in questi anni, grazie anche all’apertura di nuove sedi e ovviamente nell’ultimo periodo per effetto delle ricadute della pandemia, hanno registrato un significativo incremento nel numero di famiglie e persone seguite: 3.776 nuclei e 13.603 persone nel 2018, 4.170 nuclei e 14.400 persone del 2019 fino ai 5.383 nuclei, per un totale di 18.159 persone, tra cui 5.452 minori, del 2020.

Gli Empori Solidali mobilitano 865 volontari, sono raccordati con 290 organizzazioni del terzo settore e, escludendo i piccoli esercizi commerciali del territorio, ricevono beni da 317 aziende donatrici.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Anna Confente racconta le Manigolde di Finale Emilia, la sartoria sociale e solidale
    L'ha intervista l'esperta di risorse umane di Mirandola Francesca Monari.[...]
    Bimbi esclusi dal nido, a Mirandola ora si danno fino a 300 euro di bonus per la babysitter
    E' una soluzione momentanea in attesa che si creino nuovi posti per i lattanti[...]
    A Villa Rosati un albero per inneggiare alla vita, il dono di Avo Mirandola a Cavezzo
    “L'albero che resiste, rifiorisce”: è con questo motto viene celebrata la XIII Giornata Nazionale dell'AVO, Associazione Volontari Ospedalieri[...]

    Curiosità

    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    Luca Fornaciari, fotografo di professione, da quasi 10 anni si occupa di fotografia astronomica.[...]
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Grande il consenso tra i mirandolesi. Mentre qualche perplessità ha suscitato il Diavolo dell'Inferno dantesco in piazza[...]
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Il lungometraggio, girato in Emilia-Romagna, lancia un messaggio chiaro: si può essere felici con lo sport, la natura e la compagnia. A prescindere dalle proprie capacità.[...]
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    "On Planet 9" è il progetto creato dalla Pizzetti e altre quattro dottorande: le cinque giovani studiano astrofisica alla Clemson University, nella Carolina del sud.[...]