Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
21 Maggio 2022

Carpi, inaugurato il parco Santacroce: 10mila alberi per il nuovo polmone verde della città

CARPI – Carpi ha un nuovo polmone verde. È il Parco Santacroce ricco di 10mila alberi, piantati anche con il contributo della Regione, che contribuiranno a rimuovere 982 kg di inquinanti ambientali e a ‘sequestrare’ 244,7 tonnellate di anidride carbonica all’anno. La cittadina modenese dedica questo fine settimana (sabato 14 domenica 15 maggio), alla Preapertura del Parco – la forestazione dell’area verde in attesa di diventare parco urbano a libero accesso – con attività ricreative, artistiche, culturali, didattiche e sportive, a tema green e inclusivo, per tutte le fasce di età e a cura delle tante associazioni.

L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, è animata dalle numerose proposte realizzate dalle associazioni e dalle scuole del territorio. L’inaugurazione questa mattina alla presenza di Barbara Lori, assessore regionale alla montagna, aree interne, programmazione territoriale, pari opportunità, del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio Carpi, Corrado Faglioni, e del sindaco di Carpi, Alberto Bellelli, con una madrina d’eccezione: Donatella Bianchi, presidente WWF Italia e Parco Nazionale delle Cinque Terre, giornalista e conduttrice della trasmissione televisiva Linea Blu in onda su Rai1.

“Più verde significa più salute per i cittadini. Con azioni come questa- afferma l’assessora Lori– contribuiamo all’obiettivo di realizzare qui, nella nostra regione, il più grande corridoio verde d’Italia. Siamo convinti che gli alberi e più in generale le foreste e i boschi anche urbani, siano elementi fondamentali per la trasformazione sostenibile delle città, come veri e propri polmoni verdi custodi di preziose biodiversità e centri per una rinnovata socialità. La tutela del patrimonio forestale urbano è un tassello prezioso e fondamentale per la riduzione dei gas serra e della CO2. Siamo dunque sempre più impegnati a sostenere operatori ed enti locali, affinché si realizzi una buona gestione del patrimonio forestale, urbano e boschivo”.

Il Parco Santacroce

L’azione di rimboschimento ha consentito di aumentare il patrimonio arboreo e arbustivo dell’oasi verde di 26 ettari, da 3mila a 10mila piante, con un significativo incremento della biodiversità e delle specie a più elevata capacità di fitodepurare l’aria dagli inquinanti atmosferici. Oltre 200 giovani piante sono state messe a disposizione dalla Regione, nell’ambito del progetto ‘Mettiamo radici per il futuro’. Il vasto polmone verde, presenta ora ampie aree di bosco planiziale, la vegetazione che anticamente ricopriva la pianura padana, oltre a prati selvatici, un frutteto antico con 70 specie diverse fra frutti tipici e in via di estinzione, compresa la piantata carpigiana e una spaziosa area ortiva.

Dallo studio commissionato dalla Fondazione all’Istituto IBE-CNR per monitorare l’azione fitodepurativa del capitale vegetale del Parco, emerge inoltre che in proiezione, la sua capacità di migliorare la qualità dell’aria del territorio circostante, grazie alla forestazione appena ultimata, passerà gradualmente dalle iniziali 187 tonnellate di anidride carbonica sequestrata ogni anno, a 244,7 tonnellate, oltre a rimuovere annualmente 982 kg di inquinanti ambientali, rispetto a 672 kg.

Il parco verrà dotato prossimamente anche di un’infrastruttura leggera ed ecocompatibile per agevolarne la fruibilità e aumentarne la sicurezza, e di zone tematiche: fitness-benessere, picnic, gioco, un teatro di verzura, percorsi pedonali e ciclabili.

Di seguito, il comunicato stampa della Fondazione CR Carpi sull’inaugurazione del parco Santacroce:

“Il grande Parco Santacroce si è aperto alla città è ha festeggiato la fine della massiccia forestazione eseguita dalla Fondazione CR Carpi per dotarlo di un capitale verde di 10.000 piante e farlo diventare un polmone verde a ridosso del centro urbano, ampio 26 ettari e potenziato in biodiversità, specie antiche e in via di estinzione.

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza dell’assessora alla programmazione territoriale della Regione Emilia-Romagna, Barbara Lori, del presidente della Fondazione CR Carpi, Corrado Faglioni, e del sindaco di Carpi, Alberto Bellelli. Madrina d’eccezione Donatella Bianchi, presidente WWF Italia, giornalista e conduttrice televisiva della trasmissione Luneablu. A seguire, per tutto il weekend, tantissime attività per intrattenere grandi e piccini, a cura delle tante associazioni coinvolte e delle scuole del territorio.

Il ricco calendario della due giorni di festa prevede cacce al tesoro, giochi nel parco, attività d’esplorazione, laboratori e sfide di manipolazione, immaginazione creatività, oltre a tanta attività motoria nel verde, laboratori artistici, passeggiate, letture, conferenze, una mostra umoristica, appuntamenti di approfondimento sulla natura, tanto sport ed eco pic nic.

“Un taglio del nastro importante oggi al Parco Santacroce, protagonista il verde, – ha sottolineato il presidente della Fondazione CR Carpi, Corrado Faglioni – con il completamento della forestazione di gran parte dell’area di 26 ettari che ospita oggi oltre 10.000 essenze di specie arboree diverse. È un momento importante per la città, la concretizzazione di un progetto la cui completa attuazione darà vita a un contesto unico, le cui potenzialità complete si dispiegheranno nei prossimi anni – ha poi spiegato il presidente. Sarà un ambiente che crescerà con le famiglie e il mondo del volontariato e oggi abbiamo già una concreta prova di quanto l’iniziativa delle tante associazioni di volontariato costituirà occasione per una crescita del parco e per la maturazione dei concetti di sostenibilità ambientale, outdoor education, costruzione di rigenerativi spazi ricreativi. Questo per farci assaporare il piacere di stare insieme, condividere momenti di divertimento, sport e salute all’aria aperta. Se è vero che la Fondazione Cassa Risparmio Carpi orgogliosamente alcuni anni fa fece sorgere la Fondazione Casa del Volontariato dandole casa e sviluppando una rete sinergica del volontariato, oggi possiamo dire che diamo un giardino a questa realtà consolidata nella quale dialogare con cittadini e famiglie all’insegna dei valori ambientali e del benessere – ha tenuto a evidenziare Faglioni.”

“Parco Santacroce è un importante tassello nella valorizzazione del nostro territorio – ha poi commentato il sindaco Alberto Bellelli. Un polmone verde che non potrà che far crescere la qualità della vita della nostra comunità in termini di servizi ed opportunità. Questo è stato possibile grazie a una sinergia positiva tra Amministrazione e Fondazione Cassa di Risparmio che ci auguriamo possa proseguire anche in futuro.”

Il vasto polmone, a seguito del rimboschimento operato dalla Fondazione CR Carpi, presenta ora ampie aree di bosco planiziale, la vegetazione che anticamente ricopriva la pianura padana; oltre a prati selvatici; un frutteto antico con settanta specie diverse, fra frutti tipici e in via di estinzione, comprensivo della piantata carpigiana; e una spaziosa area ortiva. I suoi confini sono stati ulteriormente estesi con la messa a dimora di oltre 200 giovani piante messe a disposizione dalla Regione Emilia Romagna, nell’ambito del progetto Mettiamo radici per il futuro, per fare della regione il “corridoio verde” d’Italia con la piantumazione, entro il 2024, di 4 milioni e mezzo di alberi in più. “Sono orgogliosa di essere qui oggi per celebrare insieme a voi questo polmone verde che presto verrà aperto alla città – ha sottolineato Barbara Lori, assessore regionale alla programmazione territoriale. Come Regione siamo convinti che gli alberi e più in generale le foreste e i boschi anche urbani, siano elementi fondamentali per la trasformazione sostenibile delle città: parchi, boschi urbani, corridoi verdi, come veri e propri polmoni custodi di preziose biodiversità e centri per una rinnovata socialità.  La tutela del patrimonio forestale urbano è un tassello prezioso per la comunità che ne diventa custode e fruitrice ed è fondamentale per la riduzione dei gas serra e della CO2. Siamo dunque sempre più impegnati nel rafforzare il sostegno ad operatori e enti locali, affinché si realizzi una buona gestione del patrimonio forestale, urbano e boschivo – ha poi concluso l’assessore Lori”.

L’area verrà prossimamente dotata anche di un’infrastruttura leggera ed ecocompatibile per agevolarne la fruibilità e aumentarne la sicurezza, oltre ad attrezzarla di zone tematiche: fitness-benessere, picnic, gioco, un teatro di verzura, percorsi pedonali e ciclabili “A servizio del verde, vero protagonista del parco, – ha infatti spiegato il presidente della Fondazione, Faglioni – nasceranno presto le infrastrutture necessarie a garantire una frequentazione assidua e strutturata del parco: il centro di accoglienza, un chiosco bar, una struttura da affittare ai privati per momenti ricreativi familiari o comunitari, una mini-arena spettacoli, spazi per coltivazione delle specialità ortofrutticole locali, gazebo per le scuole per outdoor education e attrezzature ginniche all’aperto. Una ampia gamma di proposte che si coniuga alla principale funzione del parco, quella di polmone verde per contrastare polveri e CO2 come gli studi che abbiamo condotto con il CNR testimoniano e documentano – ha poi concluso Faglioni”. Il potenziamento del verde compiuto dalla Fondazione CR Carpi ha infatti portato un significativo aumento della capacità fitodepurativa del grande polmone verde. Lo studio commissionato all’Istituto per la BioEconomia del CNR di Bologna ha evidenziato il suo importante contributo alla mitigazione ambientale e rilevato come l’intervento di rimboschimento abbia contribuito a incrementare di ulteriori 15,6 tonnellate all’anno il sequestro della CO2 e di rimuovere ulteriori 82,5 kg di inquinanti all’anno dall’atmosfera. In proiezione, la potenzialità di sequestro delle nuove piante aumenterà, arrivando, secondo le previsioni dei ricercatori, a rimuovere 57,7 t/anno di CO2, e a 310 kg/anno di inquinanti.

Le numerose attività proposte nella due giorni di festa sono a cura di Agesci zona di Carpi, Bottega del Sole, I giovani per Carpi, Mondo Nordic Walking, Ushac Unione Sportiva Handicap Carpi, Anspi Madonna della Neve –  Porta Aperta, Cooperativa Sociale Giravolta, Cooperativa Sociale Il Fermento, Manga beats, Libera, OrtoBosco, Magna Charta, Gruppo Carpi 2030 in rete, CSI Centro Sportivo Italiano, Fondazione Caritas Odoardo e Maria Focherini, Emporio Cinquepani, Fondazione Casa del Volontariato, Fondazione Progetto per la Vita, Gruppo Assistenza Familiari Alzheimer, Università per Adulti “Mario Gasparini Casari” Carpi, Patto Scuola 1° Ciclo, Patto Scuola 2° Ciclo, Uisp Unione Italiana Sport per Tutti, C.I.F Centro italiano Femminile, Università Natalia Ginzburg, U.D.I. Unione Donne Italiane.

Durante il weekend di festa, gli stand delle attività associative saranno aperti fino alle ore 18.30. Nella giornata di domenica le attività prenderanno il via alle ore 10.00. L’ingresso è gratuito. Il parco sarà accessibile in auto, con ingresso al parcheggio da via Traversa San Giorgio numero 3, mentre l’accesso ciclabile è consigliato da via Bollitora esterna e via Meloni”.

LEGGI ANCHE:

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali su pazienti diabetici: tutto quello che c'è da sapere
Volete tornare ad avere un sorriso splendente ma il diabete vi crea problemi? Esiste una soluzione per risolverlileggi tutto
Appunti di Gusto | Tutto quello che c’è da sapere del peperoncino
Da Mirandola Francesca Monari ci porta allo scoperta di questo particolare fruttoleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]
    Nuove attrezzature per i vigili del fuoco volontari di Finale Emilia
    Il potenziamento delle attrezzatture è stato possibile grazie ai contributi regionali per i vigili del fuoco volontari della regione Emilia-Romagna e grazie al Comune di Finale Emilia per l'impegno e per l'attuazione di questi contributi[...]

    Curiosità

    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    Pubblicità. Il modenese Riccardo Stazione vince per la seconda volta l’Adci Giovani Leoni
    Pubblicità. Il modenese Riccardo Stazione vince per la seconda volta l’Adci Giovani Leoni
    E’ il più importante premio nazionale dedicato ai giovani creativi. E adesso il modenese rappresenterà l’Italia in gara al Festival Internazionale della Creatività di Cannes.[...]
    • malaguti