Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
05 Dicembre 2022

L’ex sindaco Ferioli: “La Mafia a Finale? Assurdo. Nella mia amministrazione mai nessuna infiltrazione”

“La Mafia a Finale? Assurdo. Nella mia amministrazione mai nessuna infiltrazione”. E’ un lungo sfogo quello che l’ex sindaco di Finale Emilia, Fernando Ferioli, ha affidato ai social network mentre la vecchia amministrazione è ancora tirata in ballo in alcune discussioni, in consiglio comunale e soprattutto sui social.

Ecco cosa dice Ferioli:

Mafia “finalese”…
Persino in consiglio comunale ed ovviamente sui social continuano a tirare in ballo me, e la mia amministrazione, sul tentato scioglimento per mafia da parte di alcuni dipendenti d’altissimo livello dello Stato Italiano. Raccontiamo un po’ di fatti, visto che, dopo anni, qualcuno si diverte ancora a spalare letame. E, sia chiaro, sono pronto ad affrontare chiunque, anche in pubblica piazza per quanto ho da nascondere. Prima e assoluta verità, Finale Emilia e la mia amministrazione non sono mai stati infiltrati da mafie di qualsiasi genere, al processo Aemilia il comune di Finale Emilia è andato come testimone e come parte civile. Chi dice il contrario mente.
La commissione prefettizia inviata nell’estate del 2015, dopo l’arresto del capo dei lavori pubblici di Finale, ha scritto una relazione in cui l’unico “collegamento mafioso” è relativo ad un ragazzo aiutato dai nostri Servizi Sociali che nella sua Regione di origine (ovviamente lontana dalle ndrine calabresi) aveva parenti con precedenti. Per loro stessa ammissione, il presidente in primis, la mafia non c’entrava nulla con la mia amministrazione per la totale assenza di rapporti di tal tipo. Ma allora perché nella riunione avvenuta in Prefettura di Modena il 14 ottobre del 2015 si è deciso di richiedere comunque lo scioglimento per mafia di un Comune non infiltrato dalla mafia, aggiungendo pure il rafforzativo di rendere ineleggibile l’allora Sindaco di Finale Emilia, questo nonostante io non fossi in inchieste di nessun tipo (ottobre 2015… poi sono entrato in tante)? Sono le domande che mi faccio da anni e su alcune di queste ho trovato risposte. Ma andiamo sui fatti.
Il capo dei lavori pubblici condannato era un dipendente comunale da 26 anni al momento dell’inchiesta Aemilia e mai è stato dipendente della ditta Bianchini, questo appurato e affermato dalla Procura antimafia e su questo qualcuno sta dando dei bugiardi ai procuratori antimafia. Alla fine del processo abbreviato il dipendente comunale è stato condannato per abuso d’ufficio. Abuso d’ufficio. No mafia.
Ma la ditta Bianchini di San Felice? Il proprietario e solo lui, in primo grado, è stato condannato anche con l’aggravante mafiosa. Ma assolta la ditta (e lui) per la vicenda amianto e sulla quale, non ora, ho altro da raccontare.
Altra balla colossale è la presunta infallibilità della minoranza di allora, minoranza che aveva “capito tutto”. Tutti gli esposti e gli attacchi su ditte e amianto sono avvenuti dopo l’estate del 2013, quando eravamo impegnati nella piena emergenza e nelle opere provvisionali ma soprattutto quando Bianchini era già escluso dalla white list (giugno 2013) e la ditta del figlio era stata allontanata ma… i buoi erano già scappati.
Quindi se la Ditta Bianchini, infiltrata dalla mafia (secondo il primo grado di processo) ha lavorato a Finale allora il Comune di Finale Emilia doveva per forza essere sciolto per mafia? Questa è la tesi dei più accaniti e rabbiosi “nemici” della mia amministrazione. Ma la domanda sta proprio qui, possibile che tale ditta con fatturato da milioni di euro, 120 dipendenti e tanti cantieri del post sisma, spesso della stessa regione, socia di una grande municipalizzata di 22 comuni a cui gestiva persino le discariche alla fine sembra lavorasse solo a Finale? Oppure chiediamo lo scioglimento di tutti gli enti entrati a contatto con tal ditta?
Siamo ovviamente all’assurdo, come è assurdo parlare di mafia a Finale Emilia, basta ragionare senza preconcetti, informarsi ed il nostro Comune non deve essere infangato con tutto ciò. Ci sono stati errori? Certo, io per primo ne ho commessi e tante cose le rivedrei. La mia fine ne è un chiaro esempio.
Ma a chi sbraita, bava alla bocca, brandendo la sacrosanta battaglia antimafia e si erge a cavaliere duro e puro davanti al suo monitor contro una piccola ex amministrazione gestita da un sindaco civico alla prima esperienza, esperienza che parte con un quasi commissariamento economico per poi subire un tremendo sisma, allora posso tranquillamente ricordare le poche cose raccontate e magari dire di ascoltare chi combatte veramente la mafia sul campo, tutti i giorni. A cui posso aggiungere una serie di errori tra cui la mia poca voglia di perdere tempo con carte e burocrazia ma in quei 4 anni del post terremoto, tra le tante cose, sottolineo oltre 20 milioni di lavori in emergenza pagati con fondi europei, 11 milioni di donazioni raccolte in tutta Italia e non solo tra cui anche 1,1 milioni per l’Ospedale di Finale, l’incredibile vendita di forme di Parmigiano per quasi 300mila euro (anche in Austria), la creazione di una nuova urbanizzazione con 2 scuole, una palestra, una superba biblioteca con finalmente un archivio degno di quel nome oltre a questo posso orgogliosamente dire che quella bistrattata amministrazione ha pagato 4 milioni di fatture non saldate ai vecchi fornitori e ha abbattuto sia il debito pubblico comunale da 34,7 a 21,7 milioni di euro sia la morosità delle case popolari dell’80% sia messo in cantiere tanti lavori, progetti, idee e richieste fondi…
Si era in un post sisma e tutto quello che desideravo, con tutte le forze, era veder rinascere la mia Città, il mio Comune. Vero, non tutto ho seguito (anche per limiti fisici e di tempo), fidandomi delle persone a me più vicine e prendendo spesso per buono e sicuro quanto mi si raccontava. Ma non accetto che mi si chiami mafioso o colluso o essermi appositamente girato per non vedere. Ai cari inquisitori ed avvoltoi che usano le loro convinzioni e poco altro, chiedo solo di attenervi ai fatti, ai processi e alle persone che avete davanti. Mi difendo da costoro con quanto ho vissuto, con quanto ho e abbiamo cercato di fare per il bene dei nostri cittadini e credo che siamo stati, persone e famiglie, già abbastanza massacrati. Tutto scorre ed anche le ferite più profonde si possono rimarginare ma vi è un limite.
E questo lo avete passato da un pezzo.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

APPUNTI DI GUSTO | Tutto quello che c’è da sapere della torta delle rose
Francesca Monari ci invita a degustare questo dolce dal fascino antico, soffice a lentissima lievitazione e lavorazione tipico della città di Mantova.leggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Consigli di salute
Come proteggere la tua bocca durante le feste? Ecco i consigli del dentista!
I dolci che costellano il periodo natalizio possono facilitare l’insorgere di carie: cioccolata, torroni e panettoni, ma anche bevande gassate e calici di spumante possono aggredire lo smalto dei dentileggi tutto
Glocal
Il partito dei disillusi e i governi dei migliori
Durante i sette trimestri del governo Draghi l’Italia è stata l’unica economia del G7 che ha visto aumentare il PIL trimestre su trimestre.leggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del cachi
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Prevenire la carie nei molari dei bambini? Si può
Attraverso la sigillatura dei solchi, una procedura assolutamente non invasiva ma in grado di limitare il rischio carie.leggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere dell’africanetto
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    "Natale a casa di Lucio": i presepi dell'artista Marcello Aversa in mostra nella casa di Lucio Dalla
    In una delle sue più celebri canzoni, “L’anno che verrà”, Lucio Dalla immaginava il futuro desiderato come quello in cui “sarà tre volte Natale” ed era questo, infatti, il periodo dell’anno che preferiva[...]
    Per Angelica Ferri della Villa La Personala di Mirandola il premio Internazionale “Profilo Donna”
    Già prima del terremoto, concessa per matrimoni ed eventi molto esclusivi quale, tra gli altri, il matrimonio tra Maddalena Corvaglia ed il batterista di Vasco Rossi, Stef Burns, oggi Villa La Personala si afferma sempre più come location d’eccellenza[...]

    Curiosità

    A Mirandola parte il questionario sul gradimento dei servizi del Comune
    A Mirandola parte il questionario sul gradimento dei servizi del Comune
    Si vuole così vagliare on line quanto vengano o no apprezzati l'organizzazione del lavoro e il rapporto con l'utenza.[...]
    Meraki: ecco cosa vuol dire la parola d'ordine del Governo Meloni
    Meraki: ecco cosa vuol dire la parola d'ordine del Governo Meloni
    Meloni spiega: "E' un approccio che in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, dalla progressiva uscita dalla pandemia fino alla complessa congiuntura economica e internazionale, può e deve offrire alla nostra nazione anche delle occasioni".[...]
    Navigazione sui fiumi, dalla Regione oltre 61 milioni per rilanciare il sistema idroviario padano
    Navigazione sui fiumi, dalla Regione oltre 61 milioni per rilanciare il sistema idroviario padano
    A 20 anni di distanza dagli ultimi finanziamenti statali riprende il progetto delle ‘autostrade d’acqua’: opere sostenibili che rientrano a pieno titolo nella transizione ecologica[...]
    Il Morandi di Finale Emilia migliore scuola della provincia per il Linguistico
    Il Morandi di Finale Emilia migliore scuola della provincia per il Linguistico
    L'altra eccellenza è il Pico di Mirandola, un po' sbiadito ma sempre sul podio dei migliori licei modenesi per chi prosegue gli studi.[...]
    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Lo scenario ipotizzato è stato quello di un principio di incendio su un mezzo utilizzato per la manutenzione dell’infrastruttura, in quel momento in corso di trasferimento con tre tecnici a bordo e la conseguente fermata di emergenza nella stazione sotterranea di Bologna Centrale.[...]
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Destabilizzati dal meteo ritardano la partenza per poi trovarsi, col calare delle temperature, con difficoltà respiratorie. Quattro esemplari in difficoltà sono stati salvati in questi giorni dal Pettirosso. [...]
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    L'auto era stata trasformata nella carrozzeria e negli accessori esterni per renderla del tutto somigliante a una Ferrari F430[...]
    Mondiali, foto con la bocca tappata per i giocatori tedeschi: "Diritti umani non negoziabili"
    Mondiali, foto con la bocca tappata per i giocatori tedeschi: "Diritti umani non negoziabili"
    Protesta dei giocatori della Germania contro la decisione della Fifa di vietare la fascia arcobaleno con la scritta 'One love'[...]
    Colpa degli altri e autopromozione, i risultati della ricerca sugli stili di guida degli automobilisti
    Colpa degli altri e autopromozione, i risultati della ricerca sugli stili di guida degli automobilisti
    Seconda edizione della ricerca sugli stili di guida, commissionata da Anas e condotta da CSA Research - Centro Statistica Aziendale[...]
    Mondiali Qatar 2022, Argentina eletta la Nazionale del cuore degli italiani
    Mondiali Qatar 2022, Argentina eletta la Nazionale del cuore degli italiani
    Superscommesse e Supernews hanno lanciato un sondaggio che ha permesso a migliaia di appassionati di votare per la propria Nazionale del cuore in questo Mondiale 2022.[...]
    • malaguti