Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Chiusura sala operatorie all’ospedale di Mirandola, la replica dell’Ausl

In merito all’articolo pubblicato dal quotidiano “SulPanaro.net”, l’Azienda USL di Modena precisa quanto segue.

 

L’articolo in questione contiene numerose imprecisioni e omissioni, oltre a non tenere conto dell’importante sforzo organizzativo continuo e necessario, a partire dallo scorso marzo, in seguito all’emergenza coronavirus. Emergenza che, è bene ricordarlo, è tutt’altro che conclusa.

Innanzitutto va sottolineato che le sale operatorie dell’Ospedale di Mirandola non sono 2 ma 4. Due, collocate nel Corpo 08, sono dedicate alla casistica ordinaria (chirurgia, ortopedia, ginecologia), mentre le altre due trovano spazio nel Corpo 02 e sono dedicate alla casistica di Day surgery, ambulatoriale (oculistica, dermatologia, otorinolaringoiatria, endoscopia digerente e respiratoria, chirurgia generale, ortopedia etc..) e all’attività endoscopica digestiva e bronchiale.

Inoltre è da tenere in conto che nel mese di agosto la programmazione chirurgica è sempre stata tradizionalmente ridotta, sia per permettere la rotazione dell’organico per i congedi estivi, sia perché pochissimi pazienti accettano di essere operati in questo mese. Ciò nonostante, sono state mantenute alcune sedute di attività chirurgica ordinaria (7 in tutto) e verranno garantite le urgenze ostetrico-ginecologiche, oltre alla conferma di 15 sedute dedicate all’endoscopia digestiva e altre 10 multispecialistiche (dermatologia, chirurgia ambulatoriale, urologia). Si ricorda peraltro che, nella fase post lockdown, il Santa Maria Bianca è stato il primo ospedale a ripartire con un’attività chirurgica ambulatoriale a maggio ad alti volumi, cui è stata affiancata, nei mesi di giugno e luglio, anche la ripresa dell’attività chirurgica ordinaria.

Non è vero, inoltre, che “senza le urgenze l’Ospedale di Mirandola sta morendo”: oltre alle già citate urgenze ostetrico-ginecologiche, tutt’ora garantite, vi è l’impegno della Direzione dell’Ospedale di Mirandola a ripristinare le urgenze ortopediche e chirurgiche non appena l’assetto logistico e organizzativo lo consentirà.

 

A tal proposito, in riferimento all’emergenza coronavirus, nell’articolo non si tiene conto dell’esigenza, ancora attuale, di dedicare aree dell’Ospedale all’isolamento dei pazienti in attesa dell’esito del tampone: l’attuale organizzazione ha subito e continua a subire numerosi cambiamenti finalizzati alla gestione in sicurezza sia dei pazienti ricoverati sia del personale. Le numerose rimodulazioni organizzative che si stanno susseguendo, anche in queste settimane, interpretano un doveroso principio di cautela, gradualità e sicurezza. Proprio per garantire l’attuazione di questo principio, l’area omogenea ospita posti letto dedicati all’Ortopedia e alla Chirurgia, in due aree differenti.

Si precisa inoltre che è inopportuno il confronto con la ripresa delle attività negli Ospedali di Area Sud in quanto le rimodulazioni organizzative attuate sono state di impatto estremamente inferiore rispetto a quelle dell’Area Nord, data la differente pressione epidemiologica nelle due aree (nel momento di massima criticità Mirandola ha accolto oltre 50 pazienti Covid).

 

In relazione all’U.O. di Cardiologia, l’area è tuttora dedicata all’isolamento di pazienti in attesa dell’esito del tampone. Le tempistiche di arrivo del referto del tampone e l’attuale conformazione ricettiva del Pronto Soccorso e dell’Ospedale non consentono il totale superamento di queste aree. È comunque sempre stata assicurata la guardia cardiologica H24 per le consulenze di PS e dei reparti.

Appare poi del tutto gratuito e ingeneroso il passaggio sulla collaborazione con le Case di cura del privato accreditato per l’esecuzione degli interventi chirurgici programmati: il riferimento è all’accordo sottoscritto il 20 marzo 2020 da Regione Emilia-Romagna e Associazione Italiana Ospedalità (AIOP), che prevedeva per il periodo dell’emergenza la messa a disposizione delle strutture accreditate all’interno della rete pubblica regionale. Grazie a questo accordo l’Azienda USL di Modena ha potuto mantenere una risposta produttiva adeguata rispetto alla programmazione chirurgica, dando tempo e modo agli ospedali provinciali, tutti coinvolti dall’esperienza gestionale dell’emergenza Covid, di riorganizzare i percorsi al loro interno e nel contempo assicurare una risposta ai pazienti per i quali stava scadendo il tempo di attesa.

 

Al netto delle palesi criticità, come ad esempio la difficoltà a reperire anestesisti, e della narrazione catastrofica che viene puntualmente fatta e che non giova ad alcuno, per l’Azienda USL il potenziamento dell’Ospedale di Mirandola è un obiettivo reale e che darà i suoi frutti. Sarà finalizzato la realizzazione di alcune opere di sviluppo e rifunzionalizzazione degli spazi ospedalieri e di numerosi servizi strategici, come l’ampliamento del Pronto soccorso, la realizzazione della Medicina D’Urgenza, la creazione dell’Unità di Subintensiva Pneumologica e l’aggiornamento dell’Area diurna con la realizzazione del nuovo ambulatorio endoscopico. Progettualità importanti, che necessiteranno di tempistiche adeguate per essere portate a compimento.

LEGGI ANCHE

Chiude l’ultima sala operatoria dell’ospedale di Mirandola

Ospedale Mirandola, Stefano Lugli (Sc): “Sale operatorie chiuse, Chirurgia mai tornata, Terapia Intensiva mai vista. Che succede?”

Chiusura sale operatorie, il sindaco di Mirandola: “Il punto ad oggi è quello del non ritorno”

Chiusura sale operatorie, Ganzerli (Pd): “Inaccettabile, intervenga la Regione”

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Massimo Bottura nominato ambasciatore dell'Onu contro lo spreco alimentare
    Massimo Bottura nominato ambasciatore dell'Onu contro lo spreco alimentare
    "Ho avuto la fortuna di vivere la vita che avevo sempre sognato", ha dichiarato il neo ambasciatore modenese[...]
    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    La Giunta leghista all'inaugurazione della nuova sede dei Vigili Urbani ha invitato un cardinale anticomunista. Attorno a lui si è svolta gran parte della cerimonia[...]
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    La manifestazione motoristica torna a far battere forte il cuore degli appassionati e dei semplici curiosi[...]
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli al Comando per augurare buon lavoro alla nuova Unità cinofila che sarà impiegata anche nell’ambito del progetto Scuole sicure[...]
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    In nemmeno un anno che siede sullo scranno più importante dell'assise ne ha visto di tutte i colori[...]
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    Il cast è formato da ragazzi e ragazze,guidati dal fondatore Maicol Piccinini, di Nonantola[...]
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Il progetto che rilancia il turismo sostenibile per valorizzare il patrimonio enogastronomico, culturale e imprenditoriale italiano[...]
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Paolo Saletti ha condiviso sul proprio profilo Facebook un incontro curioso e inaspettato avvenuto durante un sopralluogo alle Meleghine[...]
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Intervista all'autore di Camposanto de "Nel giardino della salamandra" e "Naamah"[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]