Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Gennaio 2022

Medolla, all’area ecologica di San Matteo scuola in natura, attività culturali e salvaguardia dell’ambiente

MEDOLLA – 40.000 m2 di terreno, due maxi laghi, centinaia specie di alberi e animali. In poche parole, Area di riequilibrio ecologico di S. Matteo di Medolla.

L’area protetta gestita dal 2003 dall’associazione Le Cicogne dal presidente Daniele Tassi ed una decina di volontari è nata con l’intento di ricreare e salvaguardare paesaggi ed aree verdi umide caratteristiche del nostro territorio che a causa dell’incedere dell’urbanizzazione sono andate distrutte, di organizzare e tutelare un patrimonio ambientale e faunistico di immenso valore.
Ma l’area di S. Matteo è molto altro, è l’unione di natura e cultura, luogo di apprendimento, di didattica e casa di migliaia di animali a partire dai volatili come cicogne, pulcini ed anatre, dai pesci che popolano i laghi e gli acquari come carpe e pesci gatto, animali da cortile come capre, galline, pony, coniglietti ed asinelli passando per i numerosi insetti di cui spesso è possibile osservare il ciclo vitale e di riproduzione, come api, formiche e falene.
Insomma, un’oasi paesaggistica di fauna e flora, un luogo protetto e tutelato nel quale piante ed animali vivono in un ambiente ricreato ad hoc per la loro riproduzione.

“In principio abbiamo iniziato occupandoci esclusivamente delle cicogne – raccontano Daniele Tassi (presidente della Onlus) ed Elisa Tavernari (volontaria e responsabile progetti) – Abbiamo costruito voliere in cui possono accoppiarsi e nidificare. Al momento ne ospitiamo una quarantina, più sedici riproduttori mentre negli ultimi mesi ne sono nate sei e una ventina sono arrivate dall’esterno. Alcune si preparano a migrare in autunno”.

Il progetto cicogne è un successo per la salvaguardia dell’omonima specie, così la Onlus decide di espandersi e trasformare l’area in conformità per ospitare ulteriori animali, a volte comprati ma spesso recuperati da situazioni di disagio o maltrattamento. Oltretutto vengono costruite strutture conformi per la didattica, per poter coinvolgere cittadinanza, e in particolar modo le scuole, nella vita quotidiana degli abitanti del parco.
E’ così che nascono l’apiario didattico, l’hotel degli insetti, la casa dei bachi da seta, acquari e molto altro.

“L’apiario didattico è formato da arnie tradizionali ed un’arnia cattedrale, i bambini possono osservare in totale sicurezza le api e il processo di creazione del miele. Dopodichè abbiamo i bachi da seta e si può assistere al ciclo evolutivo della falena, da uovo a larva, bozzolo e poi falena. Ci sono gli acquari, con pesci autoctoni, un formicaio in un albero che presenta una teca trasparente, la casa delle farfalle. L’aula didattica e l’aula naturale del Maestro Albero”.

Si tratta di spazi didattici dedicati alle scolaresche volte ad incentivare la didattica in natura, il contatto tra studenti e natura, tra cultura e natura.
L’aula didattica è composta da un barchettone, costruzione tipica del territorio, che contiene un proiettore, un microscopio e altri strumenti utili mentre l’aula naturale del Maestro Albero è uno spazio verde sovrastato da un imponente frassino, Maestro Albero, nel quale si riuniscono gli studenti per lezioni a tu per tu con la bellezza della natura.

“I bambini adorano la scuola in natura: da anni ci occupiamo gratuitamente dell’educazione ambientale e della sostenibilità per le scuole di Medolla ma ospitiamo scolaresche in visita da Modena e Bologna o anche da fuori regione. All’anno visitano il nostro parco circa 60 classi, più o meno 1200 bambini.
Con la riapertura delle scuole ed una situazione sanitaria ancora critica l’area di S. Matteo può essere una soluzione funzionale, un’ alternativa alle aule scolastiche. Ci stiamo organizzando con le maestre per ospitare le lezioni quotidiane all’interno del nostro parco. Una scuola in natura”.

L’area protetta di San Matteo ha riaperto al pubblico Domenica 23 Agosto sebbene i progetti che abbiano subito interruzioni sono vari: una voliera per volatili selvatici, una libreria in natura di scambio libri (libralibreria) e numerose attività culturali nel completo rispetto del luogo sono tra i progetti della Onlus Le Cicogne, progetti che richiedono tempo, lavoro e fondi.
Per questo motivo il presidente Daniele Tassi ed i volontari tengono a ringraziare calorosamente i soci, il Comune di Medolla, la Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, la “Clinica degli Animali” di San Felice sul Panaro e la dottoressa Mantovani, la clinica veterinaria Bocchi e Bonti di Mirandola e tutti coloro che contribuiscono a mantenere l’area protetta di S. Matteo una delle più belle oasi naturali della Regione.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFesta della Polizia Locale Area Nord a San Felice
    • WatchPresidio degli agenti della Polizia Locale davanti alla Prefettura di Modena
    • WatchEcco il primo nato del 2022 a Modena: si chiama Leonardo

    La buona notizia

    Nuovo numero di telefono Ausl Modena per chi ha problemi con l'isolamento Covid
    Si ricorda ai cittadini che in caso di sintomi non bisogna recarsi né in farmacia né in ospedale, ma contattare immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra.[...]
    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    Il film racconta un pezzo della nostra storia, e più di 500 persone tra Mirandola, Finale Emilia e San Felice vi hanno partecipato[...]
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]