Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

San Felice “ed ‘na volta”, i detti e le espressioni dialettali della tradizione

SAN SELICE – Sul gruppo “Sei di San Felice se…” c’è un topic che viene man mano aggiornato grazie al contributo di tanti, e che riporta i detti e i modi di dire di San Felice. Godiamoci insieme la rassegna:

 

I DETTI E LE ESPRESSIONI DIALETTALI DI UNA VOLTA … che rischiano di andare perduti!! Con relativa traduzione, educata quando serve!!
Potete contribuire scrivendo quelli che conoscete!!!😉
001
La affermazione più famosa Sanfeliciana in assoluto, incontrando un amico o conoscente in giro per piazza è “Va a lavóra rója”!
La cui traduzione è “Perdindirindina, cosa ci fai in giro per piazza a quest’ora dato che è orario di lavoro, furbacchione!!” 🙄😇
002
Un’altra conosciutissima espressione è : L’è più rója che béll!! 😃
Traduzione: brilla di più per la sua furbizia che per la sua bellezza. 🙄
003 – Mauro Gavioli
L’è méi un mort in cá che un Mantván in síma a la porta.
Trad.: Meglio un morto in casa che un Mantovano alla porta.
004
Mo c’át gníss un cáncar… stat bén?
Piacevolmente sorpreso di incontrare un amico che non si sente o si vede da tempo.
Trad.: ma che Dio ti benedica, stai bene?
005
A piúav con quánt Dio a la mánda!!
Trad.: piove con quanto Dio ne manda
Sign.: Non è esattamente la pioggerellina di Marzo ….
006 – Mauro Gavioli
A gh’è’ na fumána cl’as táia col curtéll.
Trad.: C’è una nebbia che si taglia con il coltello.
007 – Mauro Gavioli
Incúa a gh’è un cald da porc…
Trad.: Oggi c’è un caldo suino!
008 – Mauro Gavioli
T’ía propria un bon da gníant.
Trad.: Sei proprio un buono a nulla.
009
At vúal un bén che s’tía adría a andár in d’al fóss… at da na mán!
Trad.: ti vuole un bene che, se stai andando nel fosso, ti da una mano.
Sign.: non ti vuole esattamente un un bene da morire…
010 – Anna della lavanderia
Súra!
Súra mén e n’asidént a chi m’ha fátt súrar!!
Giura!
Giura meno e tutto il bene a chi mi ha fatto giurare!
011
Ehi … a s’è víst ánch di cán cagár di viúlin!!
Trad.: … si sono visti anche cani cagare violini…
Sign.: Sono successe cose decisamente impensabili !!
012 – Sandro e Steve
Asnáss as náss
assnáss as múar
Trad.: asinacci asimuori… 🙄
Grande asino si nasce
grande asino si muore!
013 – Sandro e Steve
At dágh na sciàfa che sol cun l’aria … at vìan al fardór!!
Trad.: ti do uno “smataflone” che con il solo spostamento d’aria ti viene il raffreddore…
014 – Mauro Gavioli
T’ìa própria un ciocapiátt!!
Trad.: sei un batterista di fama internazionale….
(Inconcludente, inaffidabile e altro ancora)
Il cosiddetto CIOCAPIAT era un venditore di articoli per la casa (quelli che si usavano 50/60 anni fa) il quale proponeva i piatti alle rasdòre battendoli uno sull’altro per dimostrare la loro robustezza, e cercando di aggiungere allo stesso prezzo anche piatti più piccoli o tegami di vario genere, praticamente uno strillone che cercava di incantare le donne con i suoi prodotti a prezzi stracciati…
015
A sémm míss acmé tri in na scrána
…cun dú ca cúcia par muntár su!!
Trad.: … siamo messi come tre persone su di una sedia …con due che spingono per salire …non siamo messi benissimo…
016 – Betta Bergamini
In s’cal méntar che na mosca la mágna un caval…..
Trad.: Intanto che una mosca mangia un cavallo
Sign.: per enfatizzare la lungaggine di un evento
017 – Betta Bergamini
L’è gránd acmé du sold ad furmái…
E’ alto come due soldi di formaggio.
018 – Franco Marchetti
In d’al cul ad la basóra
Trad.: Nel tardo pomeriggio.
019 – Mauro Gavioli
Am bála n’ócc….
Trad.: mi balla un occhio
Sign.: Non ne sono troppo convinto..
020
La g’ha al cúl acmé na spartóra!!
Trad.: ha il sedere grande come una madia da pane
Sign.: Non ha i fianchi da top model!
021
Al g’ha burí adóss…
Trad.: lo ha aggredito, fisicamente o a parole
Sign.: Gli si è avvicinato con la delicatezza tipica di uno scaricatore di porto…
022
L’è indrìa acmé a sznàr i persàch
Trad.: è indietro come le pesche a Gennaio.
Sign: Non ci arriva proprio… oppure è molto in ritardo.
variante
L’è indrìa acmé al mulinéll dal càrr…
Trad.: è indietro come il mulinello del carro.
Sign.: stesso significato. Il “mulinello” del carro è una specie di argano che si trova nella parte estrema posteriore del carro e serve per mettere in trazione le lunghe corde che assicuravano il carico al carro stesso.
023
Va a cága in n’élta e pó sciáffla a la bássa!!
variante
Mo va a cága in di ái!!!
Trad.: …. sufficientemente comprensibile. Specifico che facendola sulle piantine di aglio, l’immaginario collettivo vuole che qualcosa ti si inf…. 🙄😇
024
Tían sódi …. tián bótta!
Trad.: tieni stretto …tieni duro
025
Stámm su da dóss!!!
Trad.: stammi lontano
026
Ciápa ad l’ária!!!
Trad.: respira a pieni polmoni … credo.. 🙄
Sign.: sparisci!!
027
A San Felice se un maldestro tenta di allungare le mani su di una avvenente (o meno) signora, può sentirsi dire “Oh, an sun mínga la píla da l’acqua santa…”
Trad.: ..non sono la pila dell’acqua snta
Sign.: allungare le mani assimilato al gesto di intingere le mani nell’acquasantiera, nella quale si immergono le sole prime falangi per il segno della croce!
028 – Davide Baraldi (nonna Albertina)
Lu la’ an na porta minga al scarpi da vécc!!
Trad.: quel tizio non arriverà a postare le scarpe da vecchio
Sign.: Si dice di una persona troppo spericolata!!
029
Al conta acmé un sirótt insíma a na gamba ad legn!!!
Trad.: Conta come un cerotto su di una gamba di legno
Sign.: inutile placebo
030
Mo s’at tira al cúl o ta scúna un dént?
Trad.: … ma “sei in sé”?
031
Mo fátt ciavár … mo fátt dar in d’al cul…
Trad.: ma fatti tosare a coda di rondine!! 🙄😇
032
T’ha capí “cáss” par “carnáss”!
Trad.: non hai proprio colto il senso… hai capito “caccio per catenaccio”! 🙄
033
Mo cáta récchia!!
Trad.: trova pace, riposo. Da “requiem” latino.
034
Andár a gámb a l’aria o con al cul pr’aria…
Trad.: cadere rovinosamente e, metaforico, andare in malora, fallire.
035
Dvintár vécc l’è na fótta… mo an rivárag minga l’è pías…
Trad.: diventare vecchi è una fregatura … ma il non arrivarci è peggio
036 – Mauro Gavioli
(Una delle più belle e tipiche espressioni di San Felice)
L’ha míss al pórc a l’óra!!!
Trad.: letteralmente “ha messo il porco all’ombra, quindi in un luogo riparato”. Metaforicamente “ha raggiunto la sicurezza economica che gli permette benessere e tranquillità”.
037
L’ha fátt na bótta d’óli!!!
Trad.: letteralmente “ha fatto una botte (tanto) d’olio”. Metaforicamente “ha fatto un gran bell’affare”.
038 – Fabrizio Ferrari
Pan e nos, magnár da spos…nos e pan magnár da can ! (Pane e noci come companatico è un mangiare da nozze, ma noci e pane come companatico è un mangiare da poveri)…si diceva una volta quando le cose andavano veramente male.
039
Me ne è venuto in mente uno bello e tipico di SAN FELICE 😃😃😃
Lì, la gíva c’la múta
e ins c’al méntar c’la frisíva
la scursáva
e s’la ridíva!!! 😂😂😂
Nonsense con traduzione superflua!!
040 – Alberto Chelli
Ti ve t’ía furtunáa, che t’an capíss gníant”
– Trad. ..tu sei proprio fortunato che non capisci niente !!!!
– Morale : < A volte capire, fa comprendere aspetti e situazioni anche dolorose.Paradossalmente sarebbe meglio non capirle,perché si evita di star male …..
041 – Alberto Chelli
“ …. i to sold e la me testa!!! ”
-Trad : … i tuoi soldi, e la mia mente intelligente ….
– Morale : Tu hai dei soldi, ma sono sprecati perché non capisci niente. Se invece li avessi io che sono intelligente saprei come gestirli.
042 – Fabio Diegoli
Bráss e gambi in g’han budéli!!
Trad.: gambe e braccia non hanno viscere. Quando i ragazzini, nonostante l’aria fresca, se ne andavano in giro a maniche corte e braghe pure, venivano ripresi dalla mamma. E il saggio nonno sottolineava che l’importante è che la pancia fosse ben coperta … il resto pazienza!
043 – Simone Barbi
L’ha catàa al cùcc in dl’arvéia!!
Trad.: Ha trovato il modo di stare bene
044 – Betta Bergamini.
In sc’al méntar che na mosca la màgna un cavàll …
Trad.: Intanto che una mosca mangia un cavallo (x spiegare la lungaggine di un evento)
L’e’ grand acmé du sold ad furmai
E’ grande come due soldi di formaggio. Non briulla per la sua statura…
La g’ha un cul tant gross che se che se la scurésa in d’un sacc ad curiandui … la fa carneval !!
Trad.: ha un fondoschiena non piccolo…
In d’al cul ad la basòra
Trad: nel tardo pomeriggio
048 – Alberto Chelli + Fabrizio Ferrari.
T’ia fòra acmé ‘n còpp …
Trad.: Sei scemo come un coppo per lo stesso motivo di cui sopra1Nascondi o segnalaMi piace· Rispondi
049 – Alberto Chelli
T’ia propria un gabiàn !! ( o barbagiàn)
Trad.: sei un tonto
A gh’è tànt gust acmé ciapàr un sciafòn a l’òrba…
Trad : … c’è tanta soddisfazione come prendere uno schiaffone al buio …
VIAN CHI’ – VALA’
– Trad : vieni qui dai ….
– Morale : Si stanno formando le squadre per la partita al pallone, nel vecchio campo a sud della Rocca dove c’era la fontana di “Campilli” e la baracchina di Pavlin di buttiglin. Cicci Bigon faceva le squadre le squadre partendo dai più bravi. Alla fine rimanevano i meno bravi e qualcuno si lamentava di non essere stato chiamato e diceva con Cicci …E MII’ ??? Cicci con aria di sufficienza diceva : < Vian chi vala’ >
• RARO CASO DI OSSIMORO in dialetto !!
052 – Alberto Chelli
Solo quelli di una certa età sanno che quando si sapeva che doveva suonare la banda cittadina, i Sanfeliciani dicevano … “LA BANDA DL’UMBRELA”…
– Trad : La banda dell’ombrello , perché regolarmente … Pioveva.PS- sarebbe interessante fare l’elenco dei Sanfeliciani che ne facevano parte e quale strumento suonavano.
053 – Iorio Sgarbi
POESIA di Eligio Fiorini e Stagnada
A la Rocca i g’han tòlt al capéll.
Al temp an vùal minga far bell.
In ciasa a g’hè na messa cantada.
Al cinema i dan na buiada.
In teàtar a g’hè i buratin. ….
e in piassa na mucia ad cretin…!😁
054 – Angelo Setti
Buss ‘na ciffra
Trad.: è molto forte, ganzo, togo ecc ecc si dice di una persona o di una situazione
T’ha ciapà na béla bréta (o scùffia)
Trad.: ti sei innamorato/a da non capire più niente …..
056 – Fabrizio Ferrari.
La t’ha da al càn … o la t’ha mulà al can
Trad.: Ti ha lasciato..
...a gh’è gnù n’asidént sèca … o un titabacìn…
Trad.: Una morte improvvisa ed inattesa, senza avvisaglie o malattie
058
Mo c’at végna al badécc!! 😂
Trad.: che ti venga un accidente

059

A i’ho ciapáa un snéstar….
Trad.: mi sono preso uno strappo (alla schiena)
060
L’è smaladí …
Trad.: è estremamente scaltro, abile, furbo
061
A gh’è andáa szó i sérc…o la cadéna
Trad.: ha avuto un crollo nervoso, uno scatto d’ira
062
L’è fúrub acmé un sdáss da furmintón ...
Trad.: è furbo come un setaccio da granoturco, che trattiene le impurità e lascia filtrare “il buono”.
063
Star da la bánda d’al furmintón ...
Trad.: stare dalla parte del sicuro
064
An l’ha gnánc in dl’avís…
Trad.: non ne ha la più pallida idea
L’è méi aver il braghi ròti in d’al cul ….che al cul ròt in d’il braghi!
Trad.: …va da se!
066
An na sá ne ad ti ne ad mi…
Trad.: non sa ne di te ne di me… persona scialba, insignificante, senza personalità.
Se me nòna la gh’is al rudlìni …la sarev na cariula
Trad.: se mia nonna avesse le ruotine… sarebbe una carriola.
068
A gh’è quéll ca trása…
Trad.: c’è qualcosa che stride …che non quadra
069
An gh’è ne Sánt ne Madóni…
Trad.: non ci sono ne Santi ne Madonne.
Nemmeno loro possono aiutare …
Ogni badilàss a g’ha al so mandgàss
Trad.: ogni badile ha il manico della sua dimensione
Sign.: ogni donna prima o poi trova il suo uomo, quello
giusto per lei.
071
Al va via da sghibías…o ad travérs … o ad senéca
Trad.: va via di traverso, non in linea retta
072
L’è órub acmé un quái …
Trad.: è cieco come una quaglia
L’è imbambì c’me n’och … o un tòcc
Trad.: è rimbambito come un oca o un tacchino
074
L’è mágar stláa…
Trad.: è distrutto da tanto è magro
Sign.: … è magrissimo
075
L’è sénsa stérs .. o sens’ústa!!
Trad.: è senza sterzo o senz’usta
076
L’è imbariágh impíss…
Trad.: è ubriaco pieno
A g’ho na sée ca a spud il falistri
Trad.: ho tanta sete che sputo scintille
078
L’ha ciapáa un balín in n’ála…
Trad.: si è beccato un pallino in un’ala
Sign.:il detto gioca sul doppio significato di “balìn”, un pallino da caccia e una piccola balla (sbronza) ..che poi tanto piccola non è. Un uccellino che viene colpito all’ala da un pallino di fucile non vola più tanto bene, così come un ubriaco non è più in grado di camminare normalmente … coì
079
A g’ho na fámm ca magnarévv un putín mérd..
Trad.: ho una fame che mangerei un bambino sporco…
080
L’è dur ad cumprendóni…
Trad.: .. è duro di comprendonio…
Sign.: ha qualche difficoltà a capire… soprattutto al volo..
Li lù l’è un c’al g’ha d’la gùsa
Trad.: Lui è uno che ha scorza….
Sign.: ha notevoli doti di resistenza sia fisiche che caratteriali
082
L’è tútt inavaiáa…
Trad.: è tutto eccitato
Al g’ha na testa c’an la rùma gnanch un porc…
Trad.: nemmeno un maiale prenderebbe in considerazione la sua testa.
Sign.: non è degno di attenzione, di considerazione o stima.
L’è ignorànt ac’mè al pal dal porc…
Trad.: ignorante come il palo del porco.
Sign.: ignorante di sicuro… ma percè si dice così??
L’ha giràa c’me un suchèt ind’ l’ort …
Trad.: ha girato come una zucchina nell’orto
Sign: non ha propriamente girato il mondo…

086 – Mauro Gavioli
Al g’hga pròpria na ghigna da porc.
Trad.: ha proprio una faccia da porco
Sign.: Ha proprio una faccia di bronzo
087
Li lú l’è un braghíar !!
Trad.: …. è un ficcanaso
088
L’è fáls acmé na munéda ad piomb !!i
Trad.: è falso come una moneta di piombo
089
T’ha pistáa na merda… o na buássa
Trad.: …. hai pestato una cacca…
090
T’ha pisáa fóra d’al bucalín …
Trad.: hai orinato fuori dal pittale
Sign.: ti sei proprio sbagliato
091
L’è cmé invidár un óc (o un tudésch) a bévar!!
Trad.: è come invitare un’oca (o un tedesco) a bere
Sign.: niente di complicato
L’è acmé la roja da squassòn….
Trad.: ……..
Sign.: tutti lo conoscono
093
L’è acmé cupár un ca cága…
Trad.: è come ammazzare uno seduto sulla tazza.
Sign.: è come sparare sulla croce rossa
094
Ehi … sta’gh la càv … a màgn na mérda..
Trad.: se ce la fai … mangio una m….
Sign.: tipica espressione di scommessa
095
Piutòst a mi pòod…
Trad.: piuttosto me li poto
Sign.: non lo farei mai per niente al mondo
096
L’è un set’éto..
Trad.: è un “sette etti”
Sign.: (detto di persona) non fa un chilo …. non è normale
097
Al n’è minga un chilo ..
Trad.: non è un chilo
Sign.: vedi 096
098
L’è un cisulári.. un basabánch…
Trad.: E’ un chiesaiuolo … un baciabanchi…
Sign.: di persona praticante e/o bigotta
099
Al dura tri dí cun iér d’la..
Trad.: dura tre giorni a canoare da ieri l’altro
Sign.: non dura tanto …
100
Al g’ha na fámm da sunadór …
Trad.: ha una fame da musicista
Sign.: non tutti i musicisti, nei tempi andati, riuscivano a sbarcare il lunario ed avevano spesso un secondo lavoro. Venivano assoldati per allietare cerimonie con la loro musica. Matrimoni, cresime ecc. e venivano spesso pagati con due soldi, generi alimentari e veniva data loro la possibilità di sedere con i convitati, spesso a fondo tavola, e di mangiare con loro. Ovviamente in quelle occasioni si abbuffavano a dismisura ..e venivano subito identificati
101
Agh tíra la péll a cavâll a i gómat…
Trad.: gli tira la pelle all’altezza dei gomiti….
Sign.: non ha troppa voglia di lavorare
102
Vúat gnír’m a dir che Nóstar Sgnór l’è mort d’al frédd??!!??
Trad.: stai cercando di convincermi che Nostro Signore è morto di freddo??!!
Sign.: stai cercando di farmi credere cose non vere?
continua con

Loredana Semeghini …. cl’e al padron ad la legna?????
Trad.: proprio Lui che è padrone della legna!!!
103
L’ha catáa al có ad la sgavéta !!
Trad. ha trovato la parte corretta da cui aprire la gavetta
Sign.: ha trovato il bandolo della matassa…ce l’ha fatta..
104
Al g’ha la siréla al nás
Trad.: ha il moccolo al naso
105
Únt ad sáss
dént ad bíss
chi náss caión
mai più guarìss…
Trad.: unto di sasso
dente di bisce
chi nasce coglione
mai più guarisce !!
Sign.: dalla coglionaggine difficilmente si guarisce
106
A tira da più un péel ad figa che un cárr ad bó….
Trad.: attira di piu un pelo di …. beh dai .. lo sapete bene!!
Cúsa fáat marvéll in d’al me sítt?
A sun a drìa a sgaravlàr!!
Mo sa i ho incòra da vilmàr!!
Am fìava maravìa..ad si bia sgaravia !!
Trad.: Cosa fai mariolo nel mio sito?
Sto raccogliendo i grappolini d’uva rimasti dalla vendemmia
Ma ..devo ancora vendemmiare!!!
Mi ero meravigliato di grappolini così belli!
Sign.: Sgaravlàr = raccogliere l’uva rimasta dopo la vendemmia. Sgaravéll = gappolino, plurale Sgaravìa. Veniva dato il permesso ai ragazzini delle famiglie meno abbienti di passare a raccogliere quella poca uva rimasta nella vigna ….ma dopo la vendemmia!
108 – Simone Barbi
Ti’ ta’ catàa al cùcc in dl’arvéja !!!’
Trad.: hai trovato ….????…. nei piselli.
Sign.: hai trovato il modo di stare bene e senza far fatica
Figh e Mlòn i g’han la so staszòn
Trad.: fichi e meloni alla loro stagione
Sign.: ogni cosa al momento giusto
T’an sá d’ai gnànc st’in magn na ciàpa!!
Trad.: non odori di aglio anche se ne mangi una piantata.
Sign.: Resti ignorante anche se impari la Treccani a memoria
T’ia tant àsan che, sa vian la muria, tan fa gnànc in temp a vedar al murtòri ad ………!
Trad.: Sei talmente asino che, se viene la moria degli asini, non fai in tempo a vedere neanche l’annuncio funebre di……..!
At g’ha al cul acsì bass che s’at càgh dal lampadini in n’as rompan gnànc!!
Trad.: Hai il culo così basso,che se caghi lampadine cadendo non si rompono non si rompono a terra!!!!
113 – 

Luca Gulinelli
Al g’ha i brasín curt!
Trad.: ha le braccia corte
Sign.: È un tirchio
“L’ha capi bus dal cul par piaga”
Trad.: Ha scambiato un orifizio anale per una ferita
Sign.: Ha confuso due cose non esattamente uguali!!!!
Vian szò dal pir
Trad.: scendi dal pero
Sign.: fattene una ragione
Un po’ a corr al can è un po’ la livra!!!!
Trad.: Un po’ corre il cane è un po’ la lepre
Sign.: A volte si insegue a volte si è inseguiti
117 – Carla Diegoli
L’è na brasa smòrsa
Trad.: è una brace spenta
Sign.: Sembra fredda, ma scotta. Di una persona che si mimetizza, si mostra diversa da quello che è, un falso timido o un falso tonto.
118 – Carla Diegoli
Cùa pretendàt da un cul? …na romansza???
Trad.: cosa pretendi da un culo?? Una romanza?
Sign.: Non puoi aspettarti ragionamenti validi da chi non è in grado di farli…
119 – Carla Diegoli
Tutt i gust i’en gust …al giva quel che al ciuciàva un carnàss rusnént…
Trad.: Tutti i gusti son gusti diceva quello che succhiava un catenaccio arrugginito
Sign.: (De gustibus non est disputandum)
Tutt i gust i’en gust …al giva c’al cànc’al s’alcàva al cul Trad.: Tutti i gusti son gusti diceva quel cane che si leccava il culo…
Sign.: (De gustibus non est disputandum)
L’unica volta c’al l’ha vista, l’è sta quand al s’è prilàa indria in sc’al mentar al nasiva!!
Trad.: L’unica volta che ha visto la gnocca è stato guado si è voltato indietro al momento della nascita.
Sign.: non batte chiodo!!!!!
Al gh’védd ‘cme na tòca pr’al cul!!
Trad.: Ci vede come un tacchino col didietro!!
Sign.: Completamente orbo!
123
Al na védd n’orba gòssa!!
Trad.: …..
Sign.: non ci vede per nulla
Em pasà Po insima a n’aréla!!
Trad.: Abbiamo attraversato il fiume Po su di una zattera di paglia (canapelle da muratore)
Sign.: Impresa difficile e rischiosa!!
Chi tòca liva!!
Trad.: Chi deve smazzare la sua carta la prenda!!!
Sign.: Quando il destino chiama non ti puoi sottrarre!!
L’è pes ‘cme na màsna da mulein!
Trad.: È pesante come una macina da mulino!!
Sign.: Che palle che fa venire!!!!!!
T’ia dur da gratàr!!!!
Trad.: Sei duro da grattare
Sign.: sei ubriaco fradicio!!
128
Al g’ha dáa ad puntón !
Trad.: ha calciato il pallone con la punta della scarpa!! Grave errore di stile.
129
“na fiúba”, “na falarína”, “na pacéga”
Trad.: una gran botta
Mario Pettazzoni e Fabrizio Frerrari
Cosa era la “pacèga“? Era quel famoso rotolino di carta, ben pressato con i denti per renderlo più consistente, che si tirava con l’elastico fra pollice ed indice a mo di fionda e che quando arrivava sulle cosce scoperte dai pantaloni corti faceva male e lasciava “al nis”, il livido…(se ricordi qualcuno azzardò anche ad usare “il cavaleti” i chiodi a due punte piegati ad U)…
Sign.: …tutto corretto! va da se che il termine “pacéga”, a parte il significato specifico sopra descritto, esprima il concetto di “forte botta”, come téga, ghéga ecc….

130
“cava, cava … ch’è méi catárr ..che pérdar!! 😃
Si diceva a chi aveva una terribile tosse grassa… si gioca sull’assonanza di “catàar” (trovare) e “catàrr” (catarro).
L’ha pistàa na merda.
Trad.: ha pestato una m….
Sign.: Ha sbagliato di grosso
131
Al mágna acmé un lúdar…
Trad.: mangia come un ……..
Sign.: magia esageratamente
132
Sgàgiat – Dastétat – Scàntat – Dascàntat
Trad.: sbrigati – staccati dal seno materno
133 – Mauro Gavioli
At g’ha n’ùsta ‘cmé’ un bric !
Trad. hai l’usta di un caprone
Sig.: non hai ne delicatezza ne acume
An g’hé punsàr c’ma stùfa!!
Trad.: Non c’è riposo che mi stanchi!!!
135 – Carla Diegoli
L’è tant vècia cla và col ferli .
Trad.: È tanto vecchia che va con le stampelle
Sign.: È una vicenda arcinota
Al n’ha fatt ‘cme Garibaldi a Roma!!
Al n’ha cumbinàa ‘cmé Bartòld in guéra!
Sign.: Ne ha combinate di tutti i colori!!
137 – Angelo Setti
Vola bass e schiva i sass
Trad.: vola basso rasente i sassi.
Sig.: cala cala, contieniti, mantieni un profilo basso
138 – Angelo Setti
Buss na ciffra…
Trad.: molto forte, ganzo, togo
Che vitàssa spasàrs al cul con n’àssa!!… e intànt la gént la pàssa…
Trad.: Che fatica pulirsi dopo un bisogno con un attrezzo improprio come un asse di legno!! E proprio mentre passa la gente!!
Sign.: Dura la vita eh !!!!!
A gh’in viàn na gamba!!
Trad.: Se continua a piovere così,avremo l’acqua all’altezza delle gambe!!!
Sign.: Aspettiamoci di tutto in peggio!!!
I l’han ciapâ pr’i cavì i!!
Trad.: L’hanno preso per i capelli!!
Sign.: Lo hanno salvato all’ ultimo momento!!
142
Ciápa do dida ad carta geografica …
Trad.: spostati di due dita di carta geografica
Sign.: vattene lontano
143
Misure di generiche quantità, capacità, lunghezza, distanza ecc ec ecc ….in dialetto e non esattamente riconducibili al sistema metrico-decimale:

MOLTO
Dimòndi
un stravént
a badalùcc
na manàstra
na ciffra
na sporta
un capéll
un sbandéran
un mùcc
na mùccia
na navàssa
na scariulàda
na sbadilàda
un baròss

POCO
na crìa
na miséria
un púgn
un sciánch
un mursgòtt
un p’còn
un p’cunsin
un sciànch
un sciànclin

MISURA
do dída
na spána
a ócc

DISTANZA
Dvsín
Adarént
Tacá o atacá
Ad dría o dadría da cá

CAPACITA’
un pistòn
na chicara
un scalfaròtt
un tinàss
un gòss
na bucàda
Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    Alcune scene del video sono state registrate prima del DPCM dell'8 marzo 2020[...]
    Dal Teatro del Popolo di Concordia la Compagnia Instabili Vaganti presenta "Alone"
    Dal Teatro del Popolo di Concordia la Compagnia Instabili Vaganti presenta "Alone"
    Come la pandemia ha cambiato le nostre vite in 8 episodi e ½” è il sottotitolo che rivela la precisa linea narrativa di “8 e ½ Theatre Clips” (Italia - Iran, 2020)[...]