Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
05 Dicembre 2021

Associazione Anpi, la Resistenza di oggi per ricordare quella di ieri: a tu per tu con Rossana Zanasi, presidente Anpi Medolla

MEDOLLA – L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia è attiva e ben radicata su tutto il territorio nazionale: nelle regioni, nei capoluoghi di provincia, nei comuni grandi, piccoli e a volte piccolissimi. Le sedi sparse in tutta Italia sono più di 500, concentrate soprattutto al Nord. Ma ci sono anche sedi aperte all’estero, dall’Argentina alla Repubblica Ceca, da italiani figli e nipoti di combattenti o solo sostenitori dei valori antifascisti.

In tutti questi anni, nonostante l’età, l’Anpi non se n’è stata con le mani in mano costituendosi parte civile in tutti i procedimenti penali su questioni di discriminazioni e razzismo. Si è schierata contro il terrorismo negli anni Settanta, contro la P2 negli anni Ottanta, contro Tangentopoli e la mafia negli anni Novanta.

Con i suoi 120 mila iscritti – che per ragioni crudelmente anagrafiche include sempre meno partigiani combattenti-  e una vigorosa capacità di rinnovamento e riadattamento ai tempi correnti, l’Anpi è più che mai presente e solerte.

L’area della Bassa Modenese non fa eccezione e le sezioni locali dell’Anpi, in stretta collaborazione con scuole, centri giovani e altre associazioni del territorio, divulgano ideali di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale.

Abbiamo incontrato la presidente dell’Anpi di Medolla, Rossana Zanasi, per comprendere come le voci di ieri e di oggi riescano a saldarsi in un’associazione che in realtà rappresenta piccole e grandi resistenze di tanti di noi, ogni giorno.

In che modo e con quali progetti l’Anpi di Medolla si avvicina ai giovani?
In questo anno funestato dal Covid-19, le nostre attività hanno avuto un rallentamento come tutte le altre attività culturali ed educative. Abbiamo cercato di essere presenti con i nostri rappresentanti in tutte le occasioni con le modalità in presenza o virtuali consentite. Avevamo in programma attività di tipo storico ed educativo (quindi quelle svolte nel 2019 in collaborazione con scuole e Amministrazione Comunale) che dovranno purtroppo attendere ancora: riguardavano riflessioni sulla Costituzione, valorizzazione di protagonisti della Resistenza locale, mettere a disposizione del pubblico materiali di documentazione ma anche narrativa sul tema. Al momento dobbiamo limitarci principalmente alla gestione della nostra pagina Facebook (https://facebook.com/AnpiSezioneMedolla/)che vi invitiamo a visitare perché ha degli aggiornamenti quotidiani sui vari temi al centro del dibattito

Quest’anno, nonostante il Covid-19, avete raggiunto il 100% del tesseramento rispetto allo scorso anno: questo rivela un grande interesse dei medollesi.
La sezione Anpi di Medolla ha raggiunto con oltre un mese di anticipo (la scadenza era fissata per il 30 novembre 2020) il 100% del tesseramento rispetto allo scorso anno. Data la situazione determinata dalla pandemia, ci siamo limitati a proporre il rinnovo ai tesserati dello scorso anno, senza cercare nuove adesioni. Speriamo di poterlo fare il prossimo anno, anche sulla base delle attività che stiamo programmando a livello comunale. Ci ripaga, rispetto ai limiti imposti dalla situazione, l’interesse con cui viene seguita la pagina Facebook con quasi 1300 follower.

Carla Nespolo ha detto:” In questo momento la cultura è un’arma grande, la memoria un dovere”. Secondo lei siamo in grado oggi di salvaguardare il testamento della Resistenza? 
Oggi è sempre più difficile mantenere un’immagine equilibrata e veritiera della Resistenza. Questo è dovuto alla scomparsa dei protagonisti, ma anche al fatto che gli adulti e gli adolescenti di oggi non hanno esperienza di quel tipo di vita e vivono in condizioni di incertezza ma relativa agiatezza. Si è perciò portati a pensare che siano cose del passato, che non hanno più validità, valori un po’ ammuffiti. Salvaguardare i valori della Resistenza è una necessità dell’oggi, garantisce la convivenza civile e la prosperità del nostro Paese.
Siamo antifascisti non perché siamo comunisti, ma perché siamo democratici: per noi l’umanità è composta di individui che “hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche e condizioni personali e sociali. Crediamo nei diritti inviolabili ma anche nei doveri inderogabili di solidarietà.

Sarin Ghribi, 23 anni, è stata da poco eletta presidente dell’Anpi di Castel Bolognese. La sua elezione ha diviso un po’ l’opinione pubblica. Lei cosa ne pensa? 
Dopo il ventennio in cui il fascismo ci ha chiusi al mondo, lasciandoci uscire solo per andare a fare la guerra, tra i partigiani e gli antifascisti c’era chi sognava di riaprire l’Italia al mondo. “Bella ciao” viene cantata in piazza Tahir al Cairo, a Parigi, Londra, Mosca, New York, India, Cina e America Latina: ovunque ci sia un movimento di libertà. Penso che energie giovani, portatrici anche di punti di vista inconsueti, siano un arricchimento che sbaglieremmo a non cogliere. Essendo donna raccoglie il testimone delle staffette che pur in compiti meno bellicosi ma non meno decisivi, avevano un coraggio da leonesse. Sarin ha raccolto il “fiore del partigiano”

La Ghribi ha dichiarato:” Partigiano è chi lotta per i diritti, si può essere partigiani anche oggi”. E’ d’accordo con questa affermazione?
Sicuramente. Prendere parte per i diritti inviolabili dell’uomo e difenderli, accettando i doveri inderogabili di solidarietà sociale, è ciò che fanno i partigiani di oggi, con le armi della democrazia.

In molti dicono che in Italia si respiri, politicamente parlando, una “brutta aria”. Il clima attuale è stato definito vicino, per certi versi, a quello che un secolo fa ha portato alla nascita del fascismo. Pensa sia un’esagerazione? 
Il fascismo è arrivato al potere su spinta e iniziativa dei grandi agrari e industriali del Nord e ha cercato di permeare tutta la società, a cominciare dall’educazione e dall’istruzione dei giovani. La società italiana è molto diversa da quella dei primi decenni del Novecento, perciò non credo che il fascismo possa tornare in quei modi e in quelle forme. Ma ci sono segnali inquietanti e soprattutto episodi che ci fanno pensare che i pericoli per la convivenza democratica non siano cessati. Pensiamo a episodi recenti di disordini che non sono né spontanei, né solo espressioni di malcontento. Ci sono forze che lavorano per creare un clima di insicurezza e in alcuni casi violenze. Questo non è da sottovalutare, perché quando succede la prima cosa che viene sacrificata è la libertà personale di ognuno di noi.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della nocciola
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della mela
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Economia circolare: l’innovazione fa bene all’ambiente
Venerdì 29 ottobre si sono chiusi con risultati ben oltre le più rosee aspettative, Ecomondo e Key Energy, i due saloni dedicati all´economia circolare e alle energie rinnovabili di Italian Exhibition Group.leggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del tè
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i piccoli pazienti di oncoematologia arrivano i Blood Brothers Avis
    L'associazione modenese per il dono del sangue ha portato in regalo 56 pupazzi ai piccoli pazienti della Struttura di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico[...]
    I ragazzi e le ragazze delle Sassi di Soliera a lezione di legalità coi Carabinieri
    Bullismo, all’uso dei social networks e alla violenza di genere: si è discusso di questo nell'incontro[...]
    Accese le luminarie di Natale a Mirandola
    Luci & Tradizioni, la due giorni di festa dedicata alle tradizioni mirandolesi, tra cui la pcaria del maiale e la preparazione di specialità tipiche[...]

    Curiosità

    Adolescenti e pandemia, la voce dei giovani dell'Emilia-Romagna alle prese con l'emergenza sanitaria
    Adolescenti e pandemia, la voce dei giovani dell'Emilia-Romagna alle prese con l'emergenza sanitaria
    I risultati della ricerca promossa dalla Regione tra 20.750 ragazze e ragazzi dagli 11 ai 19 anni[...]
    Per i volontari di Protezione Civile è November (t)Raining
    Per i volontari di Protezione Civile è November (t)Raining
    Più di 70 volontari si sono esercitati in diversi campi, dalla logistica alle radiocomunicazioni, dalla cucina all'amministrazione.[...]
    Cavezzo, il mottese Edoardo Benatti a Dakar in taxi per sostenere la popolazione locale
    Cavezzo, il mottese Edoardo Benatti a Dakar in taxi per sostenere la popolazione locale
    E' possibile aiutare Edoardo partecipando ad una pizzata in cui parlerà del suo progetto riguardante questo "rally Cavezzo-Dakar"[...]
    Comparve insieme all'amante nel video di una canzone di Gigi D'Alessio: ottiene risarcimento
    Comparve insieme all'amante nel video di una canzone di Gigi D'Alessio: ottiene risarcimento
    La diffusione del video sotto forma di Dvd costò alla donna la fine del matrimonio[...]
    A Carpi accese in centro le luminarie di Natale
    A Carpi accese in centro le luminarie di Natale
    Nonostante la pioggia, tante persone, soprattutto bambini entusiasti in particolare per l'installazione artistica di Lorenzo Lunati:[...]
    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    15 squadre di operatori sono già al lavoro per un’operazione che durerà ancora per tutto il mese di dicembre[...]
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    I francobolli e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli Spazio Filatelia di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma1, Torino, Trieste, Venezia Verona e sul sito poste.it.[...]
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Il corso è in special modo rivolto ai bambini e alle bambine della Comunità tunisina, ma è comunque aperto a tutti coloro che desiderino conoscere la lingua araba.[...]
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    Strane forme geometriche sono state immortalate qualche giorno fa da un bomportese e le fotografie degli strani cerchi nei campi della Bassa sono state poi postate sui social.[...]