Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Settembre 2021

Tari, Cna: “Dare alle imprese la possibilità di sfruttare le opportunità di legge”

MODENA- Tra le novità che da qualche mese caratterizzano lo smaltimento dei rifiuti ce n’è una che impatta direttamente sulle imprese: la possibilità di conferire i cosiddetti rifiuti assimilabili ai rifiuti urbani a soggetti privati che certificano l’avvio al recupero di questi stessi rifiuti per l’ottenimento di una proporzionale riduzione della tariffa, la Tari.

Un’opzione che di fatto le imprese non hanno però potuto esercitare. Innanzitutto, per una questione di termini. Quest’anno, ad esempio, la scelta poteva essere fatta solo entro il 31 maggio, quando però la stragrande maggioranza non aveva ancora deliberato in merito alla Tari stessa.

Poi per una questione di differenze qualitative dalle imprese: mentre alcune specifiche attività industriali sono escluse dall’applicazione della Tari, le aziende artigiane che operano negli stessi settori non possono effettuare la medesima scelta. Infine, l’impossibilità di optare per un affidamento solo parziale dei rifiuti da conferire ai privati.

Di fatto, viene quindi confermato il regime di monopolio in cui continuano a operare le multiutility.

Riteniamo – commenta Alberto Papotti, segretario provinciale di CNA – che la legislazione attuale non recepisca quello che è il senso delle direttive europee da cui dovrebbero scaturire: innescare in comportamento virtuoso nello smaltimento dei rifiuti, per dar vita nei fatti a politiche relative alla cosiddetta economia circolare in grado di fare bene all’ambiente senza farlo a spese delle imprese”.

“Anche le amministrazioni comunali devono fare la loro parte – continua la nota di CNA Modena –  elaborando regolamenti comunali che permettano alle imprese di poter esercitare le scelte previste, anche in modo parziale. Regolamenti che, in molti casi, sembrano disattendere alcuni importanti chiarimenti che il Ministero per la Transizione ecologica ha diffuso con due circolari datate 12 aprile e 14 maggio 2021″.

“Abbiamo già raccolto diversi pareri legali – continua Papotti – che confermano le indicazioni ministeriali che non sono state recepite a livello territoriale, anche nella nostra provincia, ovvero che le lavorazioni artigianali, analogamente a quanto avviene per le lavorazioni industriali, siano da considerarsi prevalentemente produttive di rifiuti speciali e, quindi da sottrarre all’applicazione della Tari”.

Si è posta inoltre l’attenzione sulla questione della durata quinquennale nella scelta delle imprese che intendono conferire al di fuori del servizio pubblico i propri rifiuti urbani. Un riferimento temporale che, come evidenziato dall’Antitrust, non può in alcun modo essere considerato vincolante. Come non può essere considerato un obbligo per le imprese quello di indirizzare la scelta verso il servizio pubblico o privato per tutte le tipologie di rifiuti urbani. Questa ipotesi non avrebbe alcun fondamento nella norma né alcuna logica anche rispetto alla necessità di orientare le imprese verso le modalità di conferimento più efficienti e più in linea con gli obiettivi ambientali, lasciando alle imprese di conseguenza la libertà di decidere di servirsi per alcune frazione del servizio pubblico e per altre del mercato”.

“La definizione di rifiuti urbani – conclude il segretario della CNA modenese – deve quindi essere intesa esclusivamente ai fini degli obiettivi di preparazione per il riutilizzo e riciclaggio nonché per le relative norme di calcolo, non interpretata per favorire a spese delle imprese le multiutility di cui i comuni stessi sono azionisti”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Dopo 12 anni di studi trovata la causa più frequente di infezione da Streptococco B sui bambini appena nati
    Lo studio dell'Università di Modena ha coinvolto 30 centri ed una popolazione di oltre 400.000 neonati. [...]
    Imbrattano i muri e poi se ne vergognano: a Ravarino i ragazzi rimettono a posto i loro danni
    La rabbia dei cittadini per questi atti di vandalismo si era diffusa rimbalzando sui social[...]
    Mirandola, il nido di via Poma selezionato per un progetto regionale
    Il progetto è destinato ai bimbi da zero a sei anni per l’apprendimento della lingua inglese.[...]

    Curiosità

    Nonantola, ecco i vincitori della rassegna degli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena
    Nonantola, ecco i vincitori della rassegna degli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena
    Sono stati premiati all’interno di “Sóghi, Saba e Savór”[...]
    A Finale Emilia un monumento per ricordare Libero Borsari
    A Finale Emilia un monumento per ricordare Libero Borsari
    Il pilota motociclistico finalese è scomparso nel 1952[...]
    Cercare una baby sitter online: lo studio della piattaforma Sitly
    Cercare una baby sitter online: lo studio della piattaforma Sitly
    Sitty, gruppo internazionale che opera in Italia attraverso la piattaforma www.sitly.it , ha voluto delineare il profilo del genitore tipo che ogni giorno seleziona le babysitter online.[...]
    Tra clima e immaginazione: il meteorologo Luca Lombroso tra analisi e nuove visioni
    Tra clima e immaginazione: il meteorologo Luca Lombroso tra analisi e nuove visioni
    Lunedì 27 settembre, alle ore 10, incontro live streaming con il metereologo[...]
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Nuovo intervento di manutenzione straordinaria interamente finanziato da Aipo [...]
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]