Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
29 Maggio 2022

Trasferirsi da Carpi a Cagliari e poi a Dubai per amore della professione: intervista a Federico Diacci

CARPI- Da Carpi a Cagliari per Federico è stato un attimo. L’architetto paesaggista non ha pensato neppure per un secondo di lasciarsi sfuggire l’opportunità di andare, subito dopo la laurea, a lavorare per un’azienda sarda del settore florovivaistico tra le più antiche in Italia. Azienda che nell’ottobre del 2019 decide di aprire un ufficio anche a Dubai e Federico diventa, con non poca soddisfazione, il Project manager del progetto di internazionalizzazione della realtà sarda e a distanza di pochi mesi inizia a progettare resort e ville private esclusive negli Emirati.

Con che obiettivo hai scelto il tuo percorso di studi?
“Il mio percorso di studi prende vita dalla passione per la terra e per il verde che mi ha trasmesso la mia famiglia, il nonno e lo zio sono imprenditori agricoli e fin da piccolo passavo ore e ore in campagna con loro. Poi, durante la triennale di Agraria a Bologna, ho fatto un esame di progettazione dei giardini e da lì ho deciso che sarebbe stato il mio futuro.
Così mi sono iscritto alla specialistica di architettura del paesaggio a Firenze e ho iniziato il percorso che post laurea mi ha portato in Sardegna”.
Come sei approdato alla Sgaravatti Group?
“In realtà molto fortuitamente; la mia attuale titolare, la signora Rosi Sgaravatti, grande appassionata del verde e persona che ammiro fortemente, visionando il mio profilo Linkedin ne ha colto il potenziale e mi ha chiamato a lavorare alla sua corte”
Com’è lavorare in Sardegna?
“Inizialmente non è stato facile, mi sono trovato catapultato in una realtà che per me era sconosciuta ed in mezzo ad una cultura, sia di vita che lavorativa, completamente diversa da quella emiliana. Ma a distanza di 8 anni posso dire che con volontà e disponibilità nel mettersi in discussione, mi sono perfettamente ambientato e mi sento di dire che non poteva
capitarmi niente di meglio. Il sud Sardegna è un posto fantastico dove vivere, ma soprattutto dove poter esprimere la creatività ed il gusto del bello nel progettare e realizzare i giardini”
E a Dubai?
“Dubai gira 5 volte più veloce di tutto il resto del globo, ci sono tantissime opportunità che arrivano all’improvviso, ma un giorno sei dentro e l’altro, se sbagli, sei fuori. La concorrenza è spietata, quindi devi far forza sulla tua storia, sulla tua competenza e sul tuo “saper fare” per riuscire a prendere la commessa. Per ora stiamo lavorando bene, speriamo di poter continuare a crescere”
Cos’è per te un paesaggio?
“Per me, per paesaggio si intende un insieme di fattori antropici e naturali in forte equilibrio tra loro, se non c’è equilibrio e sintonia tra questi elementi non c’è paesaggio. Per questo per poter lavorare nel paesaggio e avere la consapevolezza di modificarlo, bisogna, in primis, conoscerne la trama e gli elementi che lo compongono”
Il progetto che ti ha appassionato di più sino ad ora?
“Ci sono state diverse ville private che mi hanno appassionato veramente tanto, soprattutto durante la fase realizzativa, ma forse il più affascinante che ho progettato e seguito è stato quello di una parete verticale ed un giardino d’inverno di un hotel in Georgia sulle rive del Mar Nero. Anche grazie al nostro progetto si sono classificati tra i primi 5 Hotel di lusso nei paesi emergenti del mondo dalla rivista Forbes, quindi un po’ di vanto ce lo concediamo”
Ti manca Carpi?
“Le proprie radici non si dimenticano mai, ma per fortuna viaggiando spesso sia per lavoro che privatamente, ho l’opportunità di fermarmi a casa per stare con famiglia, fidanzata ed amici. Chissà cosa ci riserverà il futuro? Magari apriremo una filiale Sgaravatti anche a Carpi e potremo divulgare il gusto e la passione nel verde e nei giardini come facciamo in Sardegna e nel resto del mondo”
La sua tesi di laurea lo ha visto coinvolto nel ripensare lo spazio del Parco Lama della sua Carpi. Uno spazio che, nel suo immaginario, sarebbe dovuto diventare il giusto connubio tra città e campagna, dove un’economia circolare di produzione e vendita diretta dei prodotti agricoli ne avrebbe garantito l’autosostentamento e allo stesso tempo, sarebbe stato parco
cittadino fruibile dai cittadini.
Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i diversamente abili dai 15 anni in su, ecco le iniziative estive di Anffass Mirandola
    Previsti sport, balli, canti e giochi: la sede principale delle attività sarà a Cavezzo. Sono previste uscite sul territorio e giornate in piscina.[...]
    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]

    Curiosità

    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    Si ripercorre la storia di Mirandola, attraverso i suoi luoghi più simbolici e conosciuti[...]
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    • malaguti