Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Gennaio 2023

Nonantola, due anni fa l’alluvione causata dalla rottura di un tratto dell’argine del Panaro

NONANTOLA – Due anni sono passati dal 6 dicembre 2020, giorno dell’alluvione, seguita alla rottura di un tratto dell’argine del fiume Panaro, che colpì in particolare la città di Nonantola. La sindaca Federica Nannetti, attraverso un post pubblicato sui social, ha ricordato quei momenti:

“A due anni dalla rotta del Panaro, avvenuta in territorio di Castelfranco Emilia, oggi vogliamo dare ai cittadini un piccolo resoconto di quanto effettuato ad oggi, sia per quanto riguarda la sicurezza idraulica che sullo stato d’avanzamento delle richieste di rimborso per i danni subiti da tanti nonantolani.
Quando parliamo di interventi per la prevenzione di eventi calamitosi legati ai corsi fluviali, dobbiamo sempre considerare l’intero sistema idraulico (il nodo idraulico modenese è uno dei più complessi dell’intero territorio nazionale) che comporta certamente avere argini solidi, ma anche stimare la possibilità di controllare e contenere in modo sicuro il deflusso delle acque.
Per questo il 15 novembre scorso, insieme ad altri sindaci e assessori del bacino del Panaro, abbiamo presenziato al sopralluogo organizzato dall’Assessora Priolo con i tecnici di Aipo e della protezione civile regionale che ci hanno illustrato gli interventi finanziati e realizzati nell’ultimo periodo per la messa in sicurezza dell’intero tratto del fiume Panaro. In particolare in via Tronco, dopo gli interventi effettuati in emergenza per la chiusura della falla che ha generato l’alluvione del 2020, l’argine è stato progressivamente rinforzato allargandone la base e, oltre ai massi ciclopici, sono state inserite palanche e, infine, terreno non permeabile.
Oltre al rinforzo arginale, sono state ottimizzate anche le rampe di accesso alla loro sommità, dove è stata ampliata la pista per il transito dei mezzi in caso di emergenza, ma anche per agevolare i controlli periodici eseguiti con il prezioso aiuto delle nostre associazioni di volontari di protezione civile a cui va un grazie di cuore per quanto fatto in quei “giorni di fango” di due anni fa, ma anche per la loro presenza costante durante tutto l’anno.
Per quanto invece riguarda i rimborsi, ad oggi sono state istruite le pratiche relative all’80% delle domande presentate: l’obiettivo è quello di completare le istruttorie nelle prossime settimane. Una volta terminata l’assegnazione e la successiva liquidazione delle risorse destinate ai rimborsi per i danni, è importante ricordare che ciò che resterà in termini di milioni di euro rimarrà a disposizione del territorio per interventi di messa in sicurezza del tratto arginale Panaro e, più in generale, del nodo idraulico modenese.
Quest’ultima cosa è particolarmente importante non solo per Nonantola , ma per tutte le comunità che come la nostra sono nate e si sono sviluppate vicino al corso del fiume: perchè se niente e nessuno potrà cancellare la paura, lo sgomento, l’amarezza e le tante lacrime che hanno dominato i sentimenti di tanti di noi in quei giorni di dicembre 2020 (nè tantomeno la rabbia e la frustrazione che ancora oggi si sente spesso vibrare nella voce di chi in quei giorni ha visto l’acqua e il fango entrare nell’intimità della propria casa e impossessarsi delle proprie cose), quello che oggi possiamo fare è continuare a lavorare come istituzioni, anche in silenzio, ma pur sempre alacremente, perchè eventi come quello che ci ha colpiti due anni fa in modo così drammatico, non succedano mai più”.

Attraverso i propri canali social, anche il Consorzio della Bonifica Burana ha ricordato così quei momenti:

“Ci sono anniversari che non si dimenticano. Due anni fa, la mattina del 6 dicembre, un tratto dell’argine destro del fiume Panaro tra Gaggio e Bagazzano (tra Castelfranco Emilia e Nonantola), crollò. I tecnici del Burana furono chiamati in affiancamento all’Agenzia Interregionale per il fiume Po #AIPO (Ente che gestisce i fiumi tra cui il Panaro) e Protezione Civile per la gestione dell’emergenza e per il monitoraggio dei punti critici nel territorio. Diversi cantieri in corso in quei giorni vennero travolti, la forza dell’acqua trascinò con sé di tutto: il Consorzio registrò oltre 2 milioni e quattrocentomila euro di danni alla rete dei canali di bonifica. Grazie a diverse manovre idrauliche, quasi 15 milioni di metri cubi di acqua (tra pompaggi e gravità) vennero reindirizzati nuovamente in Panaro verso il territorio più basso del comprensorio. Tali operazioni risultarono fondamentali per allontanare le acque il più rapidamente possibile e salvare altri centri dall’allagamento”.

LEGGI ANCHE:

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere dello zabaione
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Consigli di salute
Quando si perdono i denti, vanno sostituiti. Anche quelli dietro che non si vedono
Si può creare un’instabilità di tutta l’arcata dentale, quindi cefalee e problemi posturali, dolori alle articolazioni, mal di schiena e tensioni muscolari.leggi tutto
Consigli di salute
Perchè si devono raddrizzare i denti storti?
I denti storti rappresentano principalmente un fattore estetico se non interferiscono con l’occlusione della bocca. E rappresentano una difficoltà aggiuntiva alla corretta igiene oraleleggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere sulla pasta choux
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiù di 2500 multe all'autovelox di Massa Finalese: il bilancio della Polizia Locale di Finale Emilia
    • WatchPolizia Locale di Mirandola, il bilancio del 2022
    • WatchI bimbi e le bimbe nati a Capodanno 2023 a Modena

    La buona notizia

    E' nato il "Calendario della memoria" dell'Anpi di Modena
    Il Progetto è parte delle iniziative che l’ANPI provinciale di Modena intende realizzare per ricordare gli 80 anni dall'inizio della Lotta di Liberazione (1943-2023).[...]
    Appennino modenese, caduti altri 20 centimetri di neve
    I mezzi spargisale sono 27 (13 in montagna e 14 in pianura), più nove di proprietà della Provincia, oltre a 14 mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale[...]
    A Modena si realizza una scuola jolly da usare quando nelle altre si fanno i lavori
    Sarà uno spazio scolastico da utilizzare ogni volta che serve, senza creare disagi agli studenti e soprattutto garantendo la piena continuità delle lezioni.[...]

    Curiosità

    A Carpi boom di multe per le infrazioni col semaforo rosso: se ne fa una ogni due ore. Ogni giorno
    A Carpi boom di multe per le infrazioni col semaforo rosso: se ne fa una ogni due ore. Ogni giorno
    Il semaforo più "bucato" è quello nell’intersezione fra via Guastalla e la tangenziale “Losi”, in direzione ovest (cioè verso Rio Saliceto)[...]
    Modena, una grande coperta in piazza Grande contro la violenza sulle donne
    Modena, una grande coperta in piazza Grande contro la violenza sulle donne
    La grande coperta sarà formata da quadrati di 50x50 cm eseguiti ai ferri o all’uncinetto da chiunque voglia partecipare all'iniziativa[...]
    Il libro bomba del principe Harry tradotto in Italia a Carpi: "Tutto rimasto segreto fino all'ultimo"
    Il libro bomba del principe Harry tradotto in Italia a Carpi: "Tutto rimasto segreto fino all'ultimo"
    Parla una delle traduttrici italiane della casa editrice, la carpigiana Sara Crimi[...]
    Buon compleanno Liliana Cavani, per la regista carpigiana grande festa per i suoi 90 anni
    Buon compleanno Liliana Cavani, per la regista carpigiana grande festa per i suoi 90 anni
    A Roma il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi ha organizzato per la cineasta conterranea un rendez vous nella sede del Ministero con tutti i grandi nomi della cultura[...]
    Alle Tattoo, al MAT75 di Limidi di Soliera saranno esposti i tatuaggi dedicati a Gianluca Vialli
    Alle Tattoo, al MAT75 di Limidi di Soliera saranno esposti i tatuaggi dedicati a Gianluca Vialli
    Tante le persone recatesi nello shop di Alle Tattoo per commemorare attraverso un tatuaggio la scomparsa del grande campione[...]
    Modena al terzo posto tra le città italiane più educate
    Modena al terzo posto tra le città italiane più educate
    Preply - piattaforma globale di apprendimento delle lingue - ha realizzato uno studio per individuare le città più educate d’Italia[...]
    Disegnate a Soliera da Alle Tattoo le nuove divise del Volley Modena
    Disegnate a Soliera da Alle Tattoo le nuove divise del Volley Modena
    La collaborazione tra lo sport e l'artista modenese sfocerà anche in eventi benefici dove si potranno acquistare le maglie delle giocatrici[...]
    L'Ucraina e la regina Elisabetta, gli Australian Open e le elezioni. Ma anche Drusilla, Blanco e Vlahovic: ecco il 2022 delle ricerche web
    L'Ucraina e la regina Elisabetta, gli Australian Open e le elezioni. Ma anche Drusilla, Blanco e Vlahovic: ecco il 2022 delle ricerche web
    Su Internet cerchiamo sempre notizie e aggiornamenti su quanto accade attorno a noi, e il motore di ricerca Google lo ha messo in classifica.[...]
    Capodanno 2023: Sharm El Sheik, Caraibi, Santo Domingo, Marocco, Dubai, Fuerteventura le mete preferite
    Capodanno 2023: Sharm El Sheik, Caraibi, Santo Domingo, Marocco, Dubai, Fuerteventura le mete preferite
    Chi può se ne va insomma all'estero, al caldo. Mentre chi ama la neve e resta in Italia sceglie Marilleva a pochi passi dalle più belle piste da sci del Trentino.[...]
    Niente tasse regionali alle compagnie aeree se evitano di sorvolare le aree densamente abitate di Bologna
    Niente tasse regionali alle compagnie aeree se evitano di sorvolare le aree densamente abitate di Bologna
    I voli si sposteranno verso la Bassa percjè decolleranno dalla pista 30 Nord-Ovest, verso zona Bargellino[...]
    • malaguti