Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
21 Ottobre 2021

5 domande – in attesa di risposta – sull’Ospedale di Mirandola

MIRANDOLA – La notizia delle chiusura dell’unica sala operatoria rimasta aperta dell’ospedale di Mirandola ha creato rabbia e preoccupazione in città, dove si attende ancora il ritorno della Cardiologia e l’arrivo della Terapia Intensiva: per venerdì è stato indetto dai cittadini un presidio di sostegno agli operatori davanti al Santa Maria Bianca.
Mentre negli altri ospedali “periferici” della provincia dopo l’emergenza Coronavirus sono già ripartite le urgenze, qui a Mirandola non è mai successo e anzi, dall’8 agosto chiude tutta l’area chirurgica lasciando solo qualche piccolo intervento programmato di endoscopia e la possibilità eventuale di fare cesarei.

Abbiamo sintetizzato in 5 domande i dubbi ancora da chiarire sul destino della chirurgia del Santa Maria Bianca.

1 – Gli anestesisti rimasti a Mirandola sono quattro con turni di 12 ore massimi ciascuno, e per eseguire gli interventi di chirurgia sia generale che ortopedica e ginecologica (queste sono le specialità che riguardano l’ospedale di Mirandola) non sono sufficienti per accompagnare ortopedici, chirurghi e e ginecologi durante le operazioni. Quindi come si fanno a garantire 24 ore su 24 gli interventi programmati e le urgenze e la sala parto?

2 Quante sale operatorie ha l’ospedale di Mirandola? L’Ausl parla di quattro, ma non specifica che differenza c’è tra l’una e l’altra. Le sale operatorie, logisticamente parlando, sono sì quattro, ma solo due sono per gli interventi maggiori, quelli dove  sono previste le anestesie totali.
Le altre due sono esclusivamente dedicate alla endoscopia (gastroscopia, colonscopia …) e alla chirurgia specialistica ambulatoriale (oculistica e dermatologia): piccoli interventi non paragonabili a quelli che si fanno di urgenza nelle sale operatorie vere e proprie.
Del resto, se fossero veramente 4 le sale operatorie dedicate a Mirandola interamente a interventi chirurgici e ortopedici, perchè questi vengono eseguiti a Carpi o a Modena?

3 Quante sale operatorie sono aperte a Mirandola? Delle due sale operatorie dedicate agli interventi maggiori di chirurgia e ortopedia che prevedono il ricovero, solo una ha riaperto dopo il lockdown, ma solo per interventi di chirurgia elettiva cioè per interventi programmati e non per le urgenze. Quindi da marzo a Mirandola non si fanno pià urgenze e qualunque intervento urgente per gli 86 mila abitanti della Bassa si fa altrove.
L’8 agosto chiuderà anche la seconda e non si sa di preciso quando riaprirà.

4 Cosa faranno chirurghi e anestesisti senza le due sale operatorie maggiori? Resteranno a occuparsi di unghie incarnite, di asportazione di nei e di poco altro?  Resteranno in attesa di un cesareo nella loro fortezza Bastiani? O saranno spostati su Carpi e Modena? E, nel caso, quando e se torneranno a Mirandola?

5  Ausl e il Pd spiegano che nel mese di agosto la programmazione chirurgica è sempre stata tradizionalmente ridotta, sia per permettere la rotazione dell’organico per i congedi estivi, sia perché pochissimi pazienti accettano di essere operati in questo mese. Ma se così fosse, perchè non viene fornita una data di riapertura? Perché questo mistero?

Mirandola si deve riappropriare della chirurgia, della ortopedia, della cardiologia, e deve assolutamente implementare la pneumologia che è sempre stata il riferimento a livello provinciale. La popolazione ha bisogno di rispetto e trasparenza.
Quelle descritte sono esigenze reali e come tali necessitano di essere valutate per trasformare l’ospedale di Mirandola da ospedale di prossimità (come è stato miseramente ridotto col Pal del 2011) a ospedale di primo livello al pari di Carpi, come adesso viene ripetuto più volte da varie fonti.

La politica e i suoi rappresentanti devono essere chiari con la popolazione perché questa non è più disposta ad accettare decisioni che non tengono conto ne’ della dislocazione geografica e ne’ della scarsa viabilità, e men che meno promesse non mantenute e fantasticherie varie.

Il Covid ha ritrovato degli eroi che vanno tutelati ancora, a cui la politica e la dirigenza sanitaria deve consentire la massima espressività professionale per la salvaguardia della salute della gente.
Questo è un importante impegno a cui la politica non può sottrarsi perché ha la responsabilità anche della salvaguardia della salute pubblica, ed è questo che Mirandola non chiede ma pretende .
Il Covid ha risvegliato nell’ anima dei mirandolesi una presa di coscienza, del problema sanità, che non vuole sopire.

LEGGI ANCHE

Chiusura sala operatorie all’ospedale di Mirandola, la replica dell’Ausl

Presidio di protesta dei cittadini in difesa dell’ospedale di Mirandola

“E ora si riveda il Pal” chiede il centrodestra Area Nord

Ospedale di Mirandola, Paolo Negro (Pd) è certo: “Le sale operatorie riapriranno e tornerà Cardiologia”

Ospedale Mirandola, Golinelli (Lega): “Non ci aspettiamo nulla di buono” 

Ospedale Mirandola, Stefano Lugli (Sc): “Sale operatorie chiuse, Chirurgia mai tornata, Terapia Intensiva mai vista. Che succede?”

Chiusura sale operatorie, il sindaco di Mirandola: “Il punto ad oggi è quello del non ritorno”

Chiusura sale operatorie, Ganzerli (Pd): “Inaccettabile, intervenga la Regione”

 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, “Tutto Finto Tutto Vero” ecco la nuova stagione dell'Auditorium Montalcini
    Un invito rivolto a tutti gli spettatori per condividere nuovamente un rito collettivo che oggi può ritornare ad essere vissuto dal vivo e in sicurezza.[...]
    Psicologo e psichiatra, martedì un Open Day virtuale e gratuito aperto a tutti nell'ambito di Màt
    Un evento a cura Dipartimento Salute Mentale di Modena con lo scopo di fornire chiarimenti, indicazioni, pareri e consulti relativi alla salute mentale adulti.[...]

    Curiosità

    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    Luca Fornaciari, fotografo di professione, da quasi 10 anni si occupa di fotografia astronomica.[...]
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Grande il consenso tra i mirandolesi. Mentre qualche perplessità ha suscitato il Diavolo dell'Inferno dantesco in piazza[...]
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Il lungometraggio, girato in Emilia-Romagna, lancia un messaggio chiaro: si può essere felici con lo sport, la natura e la compagnia. A prescindere dalle proprie capacità.[...]
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    "On Planet 9" è il progetto creato dalla Pizzetti e altre quattro dottorande: le cinque giovani studiano astrofisica alla Clemson University, nella Carolina del sud.[...]